Menu

Parto in casa dopo 30 anni:
a Tualis è arrivata Sara

La piccola “aveva fretta” e così è venuta alla luce in famiglia, aiutata dal 118. E’ la seconda nascita nella propria abitazione in Carnia dopo il caso di Rigolato

COMEGLIANS. Primo parto in casa dopo quasi 30 anni nel comune (e secondo in Carnia nell’arco di pochi mesi, dopo la nascita a Rigolato agli inizi dello scorso agosto): un fiocco rosa nella frazione di Tualis emoziona e rallegra tutta la comunità. Non ha voluto attendere il Natale, giorno per cui era attesa la sua nascita, la piccola Sara Di Piazza, che a Tualis ha visto la luce la notte del 22 dicembre verso le 2.25, nell’intimità e nel calore della sua casa, dove mamma Elisa e da papà Fabio l’hanno così già potuta stringere tra le loro braccia. Con loro c’era anche la nonna paterna della bimba.

Mamma Elisa e Sara, che pesa circa 3 chili, stanno bene. «Alle due - racconta papà Fabio, quarantunenne di Tualis che è consigliere comunale di Comeglians e lavora come operaio a Paluzza - abbiamo capito che era arrivato il momento». La moglie, Elisa Marta, impiegata di 29 anni, originaria di Ovaro, sente le prime avvisaglie, «così - spiega Fabio- mi sono vestito subito, ma abbiamo capito che non avremmo fatto in tempo a raggiungere l’ospedale. Ho chiamato il 118 e mi hanno dato indicazioni su cosa fare, mentre l’ostetrica cercava di raggiungerci il prima possibile, ma la bimba era già nata quando è arrivata. E per fortuna non ci siamo avviati in macchina: Sara è nata in venti minuti. L’ho tenuta al caldo, con i panni caldi. Mi chiedevano dal 118 se la piccola piangeva; avrà pianto 10 secondi e poi, bella rossa, già guardava in giro curiosa. Mi sono ricordato di com’era quando è nato l’altro nostro figlio, Matteo, che oggi ha 3 anni».

Fabio, preso alla sprovvista dall’arrivo imminente e veloce di Sara, spiega di aver avuto ben poco tempo per farsi prendere dal panico e di aver cercato di fare tutto ciò che poteva per aiutare e star vicino a Elisa e accogliere la piccola. «Devo dire, però - ammette - che quando è arrivata l’ostetrica mi sono sentito sollevato e rilassato».

Momenti che certamente rimarranno impressi in questa famiglia a cui Tualis e Comeglians oggi vogliono ancora più bene e per due motivi, come ci spiega il sindaco Flavio De Antoni: «Ci ha fatto immenso piacere - dice - il ritorno di questa giovane coppia in paese negli ultimi mesi. Da Tolmezzo tornare a vivere a Tualis non è una cosa scontata e loro lo hanno fatto per scelta. Una nascita, poi, in un paese che soffre un grosso calo demografico è già un grande regalo;

se poi avviene qui, è doppio. Non accadeva a 29 anni. Sara nasce nella frazione più popolosa di Comeglians con circa 120 abitanti, una frazione viva, con un grande spirito di appartenenza. È un bel regalo di Natale, di prospettiva, per tutti noi. Grazie

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro