Quotidiani locali

Cividale, debutta
il Festival
del tramezzino

Il tramezzino, formato con due fette di pancarré e imbottito nei più svariati modi e gusti, nacque nel 1925 a Torino. Cividale gli dedica un Festival 

Il tramezzino, formato con due fette di pancarré e imbottito nei più svariati modi e gusti, nacque nel 1925 a Torino. Nella prima capitale dello Stato unitario, il Caffè Mulassano di piazza Castello propose la versione italiana dell’inglese sandwich che prende il suo nome da John Montague, conte di Sandwich, a tal punto schiavo del gioco da non lasciarlo nemmeno per il pranzo. Per non perdere tempo, si faceva servire, mentre giocava, fette di pane con dentro qualche companatico. La parola tramezzino fu inventata da Gabriele D’Annunzio in sostituzione del nome troppo “british” e a giorni la vineria Crosato, in via Fornalis 50, a Cividale, proporrà il “Tramezzino festival”.

Il “Tramezzino festival”, che si terrà il 20 gennaio dalle 18.30, è un’idea dell’enologo Giovanni Crosato e di Angelo Carraro, esperto nella preparazione di tramezzini. Gli amanti dell’aperitivo potranno così degustare sei diversi tramezzini: tonno e uova, prosciutto cotto e funghi, rucola e sfilacci di cavallo, soppressa e formaggio latteria, prosciutto crudo e olive, prosciutto cotto e uova. Non mancheranno i vini in abbinamento.

L’azienda Crosato, specializzata nella maturazione dei vini in anfore d’argilla, proporrà anche

un’altra novità: una delicata bollicina, il nuovo “Prosecco 21” della cantina trevigiana “La Salute”. Ingresso e degustazione 15 euro. La vineria Crosato è aperta tutti i giorni, chiude solo qualche ora nel pomeriggio per riaprire alle 17. Info: 0432.730292.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie