Quotidiani locali

pavia di udine

«Canale scolmatore da ripensare»

Antonaz (Rc-Fs) a Tondo: servono minore impatto e costi inferiori

PAVIA DI UDINE. Il progetto di realizzare un canale scolmatore in galleria fino al Torre per tentare di risolvere le eventuali piene del torrente Cormor è dannoso e il suo costo esorbitante: lo afferma Roberto Antonaz, consigliere regionale di Rc-Federazione della sinistra, rivolgendosi con un’interpellanza al governatore Renzo Tondo.

«La decisione dell’Autorità di bacino va rivista - sostiene Antonaz - in quanto l’idea di scavare un condotto dal diametro di 3 metri e lungo 6,5 km per collegare Cormor e Torre, aree fortemente urbanizzate e di pregio agricolo, va contro la logica e il buon senso. Appare inintellegibile perché si ritenga il torrente Torre in grado di alleggerire un’eventuale piena del Cormor quando i due bacini sono quasi sempre interessati dai medesimi fenomeni atmosferici, mentre è sicuro che anche il Torre avrebbe bisogno di interventi di tutela e salvaguardia».

«Per non parlare della spesa prevista - rileva ancora Antonaz -, lievitata per il momento fino a 150 milioni, cifra improponibile di questi tempi. Si è scelta la via più costosa e di più dubbia efficacia». Antonaz, quindi, si rivolge a Tondo per «pensare ad alternative condivise con minor impatto e dai costi contenuti, a partire da seri interventi di sistemazione dell’alveo del Cormor».

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Messaggero Veneto
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.