Quotidiani locali

Rapina col manganello, due a giudizio

VARMO. Due assoluzioni e due rinvii a giudizio sono stati decisi dal gup del tribunale di Udine, Roberto Venditti, per la rapina avvenuta a Belgrado di Varmo il 12 marzo 2010. Murad Dudaev, 22enne di...

VARMO. Due assoluzioni e due rinvii a giudizio sono stati decisi dal gup del tribunale di Udine, Roberto Venditti, per la rapina avvenuta a Belgrado di Varmo il 12 marzo 2010. Murad Dudaev, 22enne di origini russe ma da tempo residente a Pordenone, difeso dall’avvocato Franco Vampa, e Stefano Nadin, 24enne di Sacile, assistito dall’avvocato Luca Sebastianutto, sono stati assolti per non avere commesso il fatto. Decreto di rinvio a giudizio, invece, per Gianfranco Manconi, 35 anni, di Pordenone, già pesista di fama nazionale, e per il romeno Gheorghe Ples, 24 anni, da tempo domiciliato a Pordenone. Il processo comincerà il 10 luglio davanti al tribunale collegiale.

All’origine della rapina, stando al capo d’imputazione, rapporti commerciali a seguito di un debito non saldato e divenuto esecutivo in virtù di un provvedimento del tribunale di Udine. Manconi e Ples, in concorso, avrebbero colpito con un manganello metallico Adelio Governo, facendolo cadere a terra (7 giorni di prognosi) e impossessandosi di 130 euro tenuti nel portafogli. In un primo momento, gli inquirenti avevano ritenuto «concorrenti morali» della rapina Dudaev e Nadin. Ieri, per entrambi, lo stesso pm ha chiesto l’assoluzione.

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia Messaggero Veneto
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana