Menu

Gran Premio Noè, consegnate le statuette

Gradisca: riconoscimenti allo scrittore Heinechen, agli Jermann e alla Cantina produttori di Cormòns

GRADISCA. Festa per tre al Gran Premio Noè del rilancio. Il nuovo teatro comunale ha fatto da sfondo, ieri, all’appuntamento clou della manifestazione vitivinicola, con la consegna delle statuette in bronzo che raffigurano il patriarca Noè. La serie delle premiazioni, durante la cerimonia condotta da Sabrina Vidon e dal direttore della manifestazione Stafano Cosma, si è aperta con la consegna del riconoscimento a Veit Heinichen: lo scrittore tedesco vive a Trieste dal 1997 e proprio nel capoluogo giuliano ha ambientato i suoi romanzi gialli che vedono protagonista il commissario Proteo Laurenti.

Nei suoi testi Heinichen si sofferma minuziosamente sull’enogastronomia locale ed è per questo che il comitato organizzatore ha scelto di conferirgli una delle tre statuette. Il Noè destinato alla famiglia che con la propria attività sia emersa con successo nel mondo vitivinicolo è andato invece agli Jermann di Villanova di Farra, un’autentica dinastia operante nel settore da oltre un secolo. Emozionante vedere sul palco diverse generazioni di Jermann, con Angelo senior e il nipote Michele, ricordando anche come Silvio Jermann sia legato a doppio filo con Gradisca, essendo stato direttore dell’enoteca La Serenissima. La terza statuetta è un riconoscimento al lavoro della Cantina Produttori Cormòns, impresa che si è distinta nella promozione del patrimonio vitivinicolo del Friuli Venezia Giulia: a ritirare il premio è stato il presidente Adriano Drius.

Nel corso della cerimonia sono intervenuti sul palco il sindaco gradiscano Franco Tommasini, l’onorevole Ivano Strizzolo, il vicepresidente provinciale Mara Cernic, i consiglieri regionali Robero Marin e Federico Razzini e il dirigente di Turismo Fvg Michele Bregant, unanimi nel sottolineare l’importante gioco di squadra politico, rigorosamente bipartisan, che ha permesso il ritorno a casa del Gran Premio Noè dopo un anno di “esilio” a San Daniele del Friuli. Sono stati consegnati attestati anche a 18 nuovi assaggiatori dell’Onav. Oggi gran finale della rassegna, con il mercatino dell’antiquariato arricchito da oggetti rari della viticoltura, degustazioni dei vini (60 le aziende in vetrina alla Serenissima) dalle 11 alle 20, il “lancio” della speciale bottiglia di Felluga per celebrare il centenario

di Nereo Rocco (11.30 alla Serenissima), la presentazione del libro “Ribolla gialla Oslavia – The book” (18 alla Serenissima) e alle 20.45 alla sala Bergamas (ingresso libero) lo spettacolo “Far est live” con I Papu.

Giuseppe Pisano

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro