Quotidiani locali

All’Isis Manzini è cominciata la rivoluzione digitale

San Daniele, in ogni aula lavagna interattiva multimediale, ipad agli studenti e addio al registro cartaceo; soltanto online le comunicazioni alle famiglie relative ad assenze e voti

SAN DANIELE. La rivoluzione digitale immaginata dal ministro Profumo per le scuole italiane? All’Isis Manzini di San Daniele è già cominciata. Con uno sforzo economico importante l'istituto ha iniziato a mettere in atto il progetto di rilancio approvato dal Collegio dei docenti al termine dello scorso anno scolastico. Gli allievi che frequentano l'istituto si sono trovati di fronte a molte novità: innanzitutto in ogni aula è arrivata la lavagna interattiva multimediale (Lim) con la quale non si manda per forza in pensione gessetti e la vecchia lavagna di ardesia ma si sperimentano nuove modalità di interazione con gli allievi. Ogni Lim consente un accesso a internet in modalità wi-fi e i ragazzi non sono più costretti a migrare alla ricerca dell'aula informatica o multimediale libere.

Il docente, quando entra in classe, non compila più il registro cartaceo ma segna gli assenti, gli argomenti trattati, le eventuali note disciplinari sul "registro elettronico" al quale le famiglie potranno accedere per sapere cosa fa e come va il proprio figlio a scuola. Molto più difficile per i ragazzi nascondere assenze strategiche e brutti voti a casa: nei prossimi giorni le famiglie degli studenti riceveranno i codici di accesso e le istruzioni che consentiranno loro di ricevere "a casa" le informazioni che l'istituto trasmetterà nonché potranno prenotare i colloqui con i docenti e i loro figli non potranno più sfuggire alle verifiche programmate o ai compiti assegnati loro per casa. In due classi del liceo scientifico poi si è sperimentato da quest'anno l'utilizzo del tablet che non serve solamente a non doversi caricare le spalle del peso di libri e quaderni (i libri possono essere scaricati ed utilizzati per essere sottolineati e annotati come per quelli di carta e i quaderni sono disponibili in formato digitale per ogni disciplina).

L'utilizzo innovativo del tablet è infatti quello di una forma di lezione attiva e partecipativa da parte dei ragazzi che possono proporre ai propri compagni e, perché no, anche ai propri docenti soluzioni alternative ai problemi che gli vengono posti. E, a proposito di revisione della spesa, non servono più le corse dai bidelli a farsi fare le fotocopie degli appunti del compagno di classe più diligente. Gli appunti ora i ragazzi se li possono spedire via mail e così lo possono fare anche i docenti mandando loro la lezione svolta alla lavagna. Tra inevitabili intoppi iniziali e il necessario "rodaggio" pare comunque che le novità siano state bene accolte sia da parte dei ragazzi che da parte dei docenti. L'appuntamento prossimo venturo per chi vorrà conoscere tutte le novità che il Manzini è in grado di offrire, ma non solo questo, è per sabato 15 dicembre quando ci sarà il pomeriggio di "Scuola aperta".


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

In edicola

Sfoglia Messaggero Veneto
su tutti i tuoi
schermi digitali. Il primo mese è gratis.

Abbonati Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana