Quotidiani locali

Allo Stringher si parla di foibe e vittime

Si parlerà delle vittime delle foibe e dell’esodo istriano dalmata sabato all’Isis Stringher. Il Giorno del ricordo sarà celebrato dal Laboratorio di storia dell'istituto con un incontro introdotto,...

Si parlerà delle vittime delle foibe e dell’esodo istriano dalmata sabato all’Isis Stringher. Il Giorno del ricordo sarà celebrato dal Laboratorio di storia dell'istituto con un incontro introdotto, alle 11, nella sede centrale di viale monsignor Nogara, dal presidente del comitato provinciale dell'Associazione nazionale Venezia Giulia Dalmazia (Anvgd), Silvio Cattalini. Poi la proiezione del documentario Approfondimenti sul confine orientale, che focalizza l’attenzione sul periodo fra il 1919 e il 1950. Quindi, a salire in cattedra saranno i ragazzi arrivati al quinto anno del corso turistico che, con Itinerario giuliano a Udine, una presentazione realizzata insieme con l’insegnante Elio Varutti, illustreranno i luoghi significativi del Giorno del ricordo in città. È dal 1996 che lo Stringher si interessa ai temi dell'esodo giuliano. Da quando cioè due allieve della sezione turistica, guidate dall’insegnante Nadia Tacus partecipano a un viaggio in Dalmazia assieme

ad alcuni esuli e a Cattalini. Da allora e fino al 2005 sono proseguite le interviste degli studenti poi culminate nella raccolta di testimonianze dei discendenti di monsignor Giulio Vidulich (Lussinpiccolo 1927 - Percoto 2003), curata da Elisabetta Marioni. )

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONI PER GLI AUTORI, NOVITA' ESTATE 2017

Pubblicare un libro, ecco come risparmiare