Quotidiani locali

Dopo la settimana dei Tricolori continua il progetto targato Ts

TARVISIO. I campionati italiani aspiranti di sci alpino disputati con successo sulle nevi di Sella Nevea e Tarvisio hanno confermato le grandi capacità organizzative dello Sci club 70 di Trieste che...

TARVISIO. I campionati italiani aspiranti di sci alpino disputati con successo sulle nevi di Sella Nevea e Tarvisio hanno confermato le grandi capacità organizzative dello Sci club 70 di Trieste che già aveva messo in mostra nella preparazione dei campionati italiani ragazzi e allievi dell’anno scorso. E il prossimo anno organizzerà anche i tricolori degli juniores 2014, ma l’obiettivo finale del sodalizio triestino è di completare il programma quadriennale con l’organizzazione dei campionati italiani assoluti 2015 dell’alpino e forse già, il 20 marzo a Trieste, in occasione del consiglio federale della Fisi ospitato dallo Sc 70, potrebbe giungere l’ufficializzazione.

Che l’unità d’intenti di triestini e valligiani porti sempre a brillanti risultati è dimostrato anche dalla storica collaborazione con lo Sci Cai Trieste che nei prossimi giorni manda in scena a Sella Nevea le gare di coppa Europa maschile.

Le piste friulane, continuano, dunque, a garantire le caratteristiche tecniche idonee allo svolgimento di competizioni agonistiche d’alto livello. Anche gli appena conclusi campionati italiani aspiranti di sci svolti a Tarvisio e Sella Nevea, al di là dei risultati ottenuti dagli atleti (splendida la vittoria in gigante della lussarina del Bachmann Arianna Stocco di Malborghetto), hanno ribadito la valenza dei tecnici Promotur, come il direttore delle gare di Sella Nevea Peter Gerdol e Alessandro Spaliviero di Tarvisio, nonché dei tecnici che hanno operato sulle piste, contribuendo a dare risalto a una competizione giovanile a beneficio della Fisi e soprattutto degli atleti dei 14 comitati di zona rappresentati. E particolare attenzione il comitato organizzatore presieduto da Roberto Andreassich l’ha riservata anche al rispetto delle norme di sicurezza e soccorso  che, le competizioni dello sci alpino richiedono. Oltre alle ambulanze della Croce rossa postate nei pressi dell’arrivo è stata notata sui campi di gara di Sella Nevea la presenza di squadre di professionisti e tecnici del soccorso con

formazione 118, dell’associazione Patres e della Guardia di finanza (della Polizia a Tarvisio), sempre pronte a qualsiasi intervento richiesto, un servizio che pure ha contribuito alla buona riuscita dell’evento e che ha avuto anche il plauso del delegato Fis.

Giancarlo Martina

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

I SEGRETI, LE TECNICHE, GLI STILI

La guida al fumetto di Scuola Comics