Quotidiani locali

Sulla Udine-Cividale passeggeri in crescita: 15 mila corse l’anno

La scorsa estate i biglietti sono aumentati dello 0,8%. Il presidente Ionico: possiamo allargarci verso Trieste

UDINE. Migliaia di persone si spostano da Udine a Cividale in treno. Tant’è che molti identificano la littorina della Fuc (Ferrovie Udine Cividale) come la metropolitana leggera del capoluogo friulano. Mediamente sui 15 mila 700 treni, tante sono le corse garantite in un anno, salgono circa 450 mila viaggiatori.

Le Ferrovie Udine Cividale (Fuc), la società con 56 dipendenti e un giro d’affari pari a 6 milioni di euro l’anno, garantiscono 48 corse al giorno. Una ogni 48 minuti.

Senza contare il collegamento transfrontaliero (Micotra) che, mediamente, registra 650 mila passeggeri l’anno ai quali vanno aggiunte 9 mila biciclette. Il servizio treno più bici è molto richiesto dagli amanti delle due ruote.

Numeri questi che fanno ben sperare il presidente della Fuc, Maurizio Ionico, il quale non nasconde di avere un sogno nel cassetto: «Creare lo stesso collegamento anche tra Udine e Trieste».

La Fuc, insomma, si candida non solo a garantire i collegamenti oltre confine che non piacciono a Rfi, ma anche a offrire un servizio a misura di pendolari. Il progetto Micotra garantisce infatti due corse al giorno verso Villaco dove, in questo periodo, si possono visitare pure i mercatini di Natale austriaci.

«Micotra - spiega il presidente - è un progetto europeo 2013/2014 Interreg transfrontaliero Italia-Austria, trasformato in un vero e proprio servizio transfrontaliero visto che ora ad accollarsi gli oneri sono la Regione Friuli Venezia Giulia, la Carinzia, la Fuc e le ferrovie austriache Obb».

Quello di Ionico resta un auspicio anche perché per estendere il servizio sul versante triestino serve il via libera della Regione.

La Fuc vuole essere una società in grado di promuovere il trasporto sostenibile da qui l’associazione alla metropolitana leggera, molto gettonato all’estero. Una proposta supportata dall’aumento di passeggeri registrato da quando Cividale del Friuli è un sito tutelato dall’Unesco. «La scorsa estate - rende noto Ioanico - abbiamo registrato un incremento di passeggeri pari allo 0,8%».

E proprio perché l’obiettivo resta quello di promuovere il trasporto su rotaia, la Fuc attraverso Cesarino, il treno riservato ai bambini trasporta gratuitamente i piccoli fino a 4 anni accompagnati dai genitori e dai 4 ai 12 anni non compiuti a prezzi ridotti.

Senza dimenticare che tutte le primavere si festeggia la giornata di Cesarino, organizzando un pomeriggio dedicato all’esperienza del viaggio in treno e all’animazione. Anche questo, fanno notare alla Fuc, è un modo per educare i bambini a utilizzare trasporti alternativi rispetto alle automobili.

Ultimo, ma non per importanza, il traino dei convogli merci meglio noto come Cargo-merci. «Noi trainiamo i convogli merci per conto degli operatori, abbiamo una capacità di 110 milioni di tonnellate a chilometro» continua il presidente lasciando intendere che anche questo è un settore che può essere potenziato.

Tutto questo senza accumulare ritardi tali da dover rimborsare i biglietti o di finire nel mirino dei comitati di pendolari arrabbiati. La Fuc è l’unica azienda italiana certificata Uni 13816: «Noi - ripetono negli uffici di via Peschiera - ci poniamo dalla parte del cliente, non a caso registriamo pochissime lamentele molte volte dovute al transito di altri convogli che hanno la precedenza».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Messaggero Veneto
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Oltre 300 ebook da leggere gratis per una settimana