Quotidiani locali

False promesse di risparmio sul gas in casa

Tubi Tucker, la prima denuncia fu fatta dalla trasmisione televisiva da “Striscia la Notizia”

PORDENONE. Si chiamava Tucker e prometteva letteralmente di realizzare un sogno: un forte risparmio sul consumo di gas per usi domestici e per riscaldamento oltre a una riduzione dell’inquinamento.

Fu «Striscia la notizia» a denunciarne la truffa. Poco tempo dopo cominciarono a fioccare le denunce da parte dei truffati alla Federconsumatori: 37 erano stati coinvolti a Pordenone.

All’epoca le associazioni a tutela dei consumatori organizzarono incontri e assemblee per decidere come procedere contro gli inventori della truffa.

Chi era stato coinvolto aveva pagato un minimo di 9 milioni delle vecchie lire per poter avere un tubo della lunghezza di mezzo metro riscaldabile esternamente attraverso una resistenza

con tensione da 230 volts.

Questa “meraviglia”, stando alle dimostrazioni fatte dagli agenti della ditta in meeting organizzati anche nel Triveneto, avrebbe ridotto consumi e inquinamento.

Ma l’antitrust riuscì a stabilire che quelle del Tucker erano solo promesse a vuoto.

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE DE ILMIOLIBRO

Corso gratuito di scrittura: come nascono le storie