Quotidiani locali

Video-ribalta mondiale per il Collio e l’aeroporto

Via al progetto che abbina l’enogastronomia alle meraviglie paesaggistiche La riprese con i velivoli saranno trasmesse sul canale statuitense Wine Channel

Un progetto innovativo, di respiro internazionale e dall’alto contenuto tecnologico che abbina le meraviglie enogastronomiche e paesaggistiche del Collio alle potenzialità dell’aeroporto di Gorizia offrendo al territorio isontino una vetrina televisiva mensile sul più importante canale statunitense dedicato al vino, Wine Channel Tv, visibile in 22 paesi e 4 continenti. Il valore aggiunto è rappresentato dalle spettacolari immagini realizzate con riprese aeree (grazie a droni e velivoli con pilota) favorite proprio dalla possibilità di contare su un base logistica ideale come l’aeroporto del capoluogo isontino.

Ecco i tratti salienti del progetto multimediale no profit “Wine skyview of Collio” che sta “decollando” – è proprio il caso di dirlo – in questi giorni dopo una fase preparatoria che ha visto protagonista anzitutto Flavio Chianese, ingegnere elettronico goriziano che da 15 anni lavora alla Barco, multinazionale del settore video industriale nonché azienda tradizionalmente innovatrice nell’ambito della visualizzazione professionale. Il lavoro ha avvicinato Chianese alla piattaforma televisiva americana Wine Channel Tv di base a Chicago. Fondata nel 2009, Wine Channel è storicamente la prima emittente a dedicare tutta la propria programmazione a tematiche riguardanti il mondo del vino e raggiunge ogni mese milioni di visitatori su digitale terrestre e tramite il canale web: è visibile in 22 paesi e ha decine di migliaia di fan su Facebook.

Le potenzialità enogastronomiche e turistiche del Collio non sfuggono a Jessica Altieri, fondatrice ed amministratrice di Wine Channel, sommelier certificata della “Court of Master Sommelier” e giudice professionale in numerose competizioni enogastronomiche. Lo scorso novembre Jessica ha proposto a Chianese di lanciare un esperimento multimediale, dedicato al mondo del Collio ed al suo territorio, così ricco di storia, di tesori enogastronomici e di fascino con la sua natura ancora incontaminata. Contemporaneamente è maturata la collaborazione con Alvio Massari, noto appassionato di radiomodellistica, esperto di riprese aeree con droni. Aggiungendo la disponibilità logistica del ristrutturato aeroporto di Gorizia con la collaborazione dell’associazione “Duca D'Aosta” e in particolare di Bartolomeo Conti, pilota Ulm, la fantasia del gruppo ha cominciato a germogliare.

In dicembre, nell’azienda agricola Mario Schiopetto è stato girato il primo episodio della rubrica “Wine skyview of Collio”. L’idea è quella di presentare mensilmente delle tematiche tipiche del territorio, con videoclip di 5 minuti, facilmente “assimilabili” per un pubblico americano: un mix di riprese aeree introduttive che valorizzino la scenografia ineguagliabile del Collio e storie di successo del mondo rurale isontino. Non degli “spot pubblicitari” ma piuttosto brevi panoramiche, con richiami artistici e storici su un ambiente agricolo ma secondo tecniche di condivisione moderne e ritmi giovanili. Alcuni dei nomi più celebri del panorama vinicolo locale, le aziende Schiopetto, Livon e Fiegl hanno dato il proprio appoggio con il coinvolgimento diretto rispettivamente di Giorgio Schiopetto, Francesca Livon, Fabio Prodorutti e Martin Fiegl. Si è aggiunto Marco Simonit, socio fondatore della “Scuola italiana di potatura della vite”.

A quel punto c’erano tutti gli elementi per il primo videoclip, dedicato all’“arte della potatura” nel Collio. Girato in due settimane, sarà diffuso nei prossimi giorni negli Usa e visibile attraverso winechanneltv.tv anche in Italia. Poco dopo si è resa indispensabile la creatività artistica di Beatrice Zonta, insegnante di pianoforte dell’istituto “Glasbena Matica” e a rendere ancora più maturo il team è arrivato Gianluca Milocco, esperto tecnico multimediale ed amministratore di “BL2 Store”, azienda locale del settore video.

A concretizzare i presupposti per un secondo videoclip ha contribuito infine Barbara Borraccia, referente del Castello di Spessa di Capriva. La incantevole scenografia e le sue affascinanti cantine, hanno ispirato la seconda puntata che sarà realizzata prossimamente: un videoclip con musicisti di “Glasbena Marica” e vari personaggi che indosseranno riproduzioni di abiti storici veneziani settecenteschi, il tutto all’interno del castello.

Da segnalare, infine, il coinvolgimento di Pietro Ballaben, artista e grafico digitale e il supporto del consigliere comunale della lista “Per Gorizia” Fabrizio Oreti e di Giulia Cantone dell’ufficio del turismo del Friuli Venezia Giulia.

Piero Tallandini

©RIPRODUZIONE RISERVATA

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

In edicola

Sfoglia Messaggero Veneto
su tutti i tuoi
schermi digitali. 2 mesi a soli 14,99€

ATTIVA Prima Pagina
ilmiolibro

Scarica e leggi gli ebook gratis e crea il tuo.