Menu

Commissario al lavoro,
ok a Ville aperte

Manzano, Silvia Zossi rimette in moto l’Aster Turismo bloccata dalla crisi della giunta Driutti. Salvi pure gli altri programmi

MANZANO. Si è impegnata a portare avanti le iniziative culturali, in primis Ville aperte, evento in prossima scadenza (1° maggio) che rischiava di saltare a causa del vuoto organizzativo lasciato dalle dimissioni in massa (eccetto Progetto Manzano) di giunta e consiglieri.

Il commissario Silvia Zossi, che da nove giorni siede della poltrona del sindaco decaduto Lidia Driutti, è entrata nel vivo degli impegni amministrativi, a cominciare dalle attività dell’Aster, ferme al palo da mesi a causa delle note vicissitudini che hanno bloccato la macchina burocratica del comune.

E’ infatti Manzano a coordinare le iniziative e gli eventi dei Comuni aderenti all’Aster Turismo-TerritoriaNordEst (Manzano, Buttrio, Corno di Rosazzo, Pavia di Udine, Pradamano e Premariacco) e dell’Aster Cultura-NoiCultura (anche San Giovanni al Natisone). Manzano era e resta, dunque, capofila dell’Aster e fornirà supporto, tramite i suoi uffici, all’allestimento dell’attesa manifestazione primaverile, giunta quest’anno alla sua decima edizione. Questo almeno è quanto emerso dall’incontro della Zossi con gli assessori e i sindaci dei Comuni aderenti all’Aster, preoccupati per il commissariamento della giunta Driutti.

L’ex sindaco, anche in tempi “sospetti”, aveva assicurato ai colleghi che la programmazione dell’Aster sarebbe andata avanti: così non è stato e ora tocca alla Zossi prendere in mano la situazione lasciata in stand by, prima a causa delle dimissioni dell’assessore alla cultura Tessaro lo scorso autunno, poi per il commissariamento del Comune a gennaio.

Molti assessori dell’Aster erano convinti che, decaduto il Comune capofila, l’evento “Ville aperte” ormai non si tenesse più. Pericolo scampato, invece, perché sembrerebbe che dopo l’immobilismo del 2013 si prospettino mesi intensi di lavoro.

Tra i vari eventi dell’Aster anche il Simposio internazionale di scultura lignea, Olio & Dintorni, la rassegna estiva di cinema musica e teatro, il festival internazionale Nei Suoni dei Luoghi, la rassegna musicale natalizia. Da maggio sarà poi compito dell’assessore incaricato dal prossimo sindaco di Manzano curare le varie iniziative.

“Ville aperte” non era l’unica manifestazione a rischiare di saltare. Con le dimissioni della presidente della Pro loco di Manzano anche il Carnevale ha seriamente corso il pericolo di perdere un’edizione. In extremis Evy Riva è riuscita a imbastire un programma, seppur sotto tono, per sabato 1 marzo, «grazie all’aiuto di associazioni e parrocchia - spiega -. Senza contributi e punti riferimenti del Comune la programmazione purtroppo

è saltata, e ora siamo in fase di elaborazione. Dobbiamo garantire questa festa almeno per i bambini e gli anziani che la attendono».

La data dell’assemblea non è stata ancora definita, presumibilmente si terrà nella prima settimana di marzo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro