Menu

Verdone sceglie Snaidero

La cucina Idea è stata voluta dal regista per il film “Sotto una buona stella”

MAJANO. Linee eleganti, disegno raffinato. Figli di una delle firme di punta del design italiano: lo studio Pininfarina. Parliamo della cucina Idea di Snaidero che in virtù di queste e altre caratteristiche ha conquistato il nuovo film di Carlo Verdone.

La produzione non solo l’ha voluta per il set ma addirittura ne ha fatto il cuore pulsante del film. “Sotto una buona stella”, ultima fatica dell’attore e regista italiano, è appena sbarcato in tutte le sale del Paese, pronto a segnare – c’è da scommetterci – un nuovo record d’incassi. Tradotto: milioni di spettatori sfileranno nel corso delle prossime settimane davanti al grande schermo, pronti a ridere con Verdone sì, ma inconsapevolmente anche ad apprezzare la cucina uscita dallo stabilimento produttivo di Majano.

Per Snaidero si tratta di un’occasione importante. In Fvg di esempi, nel corso degli ultimi anni, se ne sono contati diversi. Tra i precursori, in questo caso del piccolo schermo, c’è stata Gervasoni, l’azienda di Pavia di Udine che fornì, ormai qualche edizione fa, divani e non solo alla casa del Grande Fratello garantendosi così uno spot, 24 ore su 24, durato mesi. Ora tocca a Snaidero, che vede una tra le sue cucine più apprezzate troneggiare al centro del set di Verdone e «trasformare l’ambiente cucina – dicono dall’azienda – in un luogo allegro e conviviale, in cui tutta la famiglia si può incontrare per parlare della giornata».

Lo fanno a più riprese i protagonisti del lungometraggio: Carlo Verdone, alias Federico Picchioni, e Paola Cortellesi nei panni della vicina Luisa. L’utilizzo della cucina nel film è stato possibile grazie ai contatti di un rivenditore Snaidero. Idea - uno dei prodotti più venduti dell’azienda di Majano, sia in Italia che all’estero - è stata scelta per diversi contract in tutto il mondo ed è presente nel catalogo Snaidero da anni. Affonda infatti le sue radici indietro nel tempo, fino al 1972, quando

fu presentata per la prima volta al pubblico pronta ad entrare nella storia del Made in Italy per essere la prima cucina italiana senza maniglia. In questi anni ha subito vari restyling, l’ultimo dei quali sarà presentato in occasione di Eurocucina 2014.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro