Menu

Giunta Illy, maxi-risarcimento alla Regione

La Sezione centrale di Roma condanna l’ex governatore e nove assessori a pagare 700 mila euro per danno erariale 

L’ex governatore Riccardo Illy e nove assessori della sua giunta devono restituire alla Regione 70 mila euro ciascuno. Il maxi-risarcimento da 700 mila euro per danno erariale, più 6 mila euro di spese processuali, è stato stabilito dalla Sezione prima giurisdizionale centrale di Roma della Corte dei conti, che ha ribaltato il giudizio di primo grado della Sezione giurisdizionale del Fvg, che aveva assolto i dieci ex esponenti del Fvg. La sentenza dei magistrati romani è definitiva.

I fatti risalgono al 2004 e riguardano la vendita di due immobili regionali, l’ex ospedale civile di Palmanova e l’ex centro zonale dell’Ersa di San Vito al Tagliamento. I protagonisti sono Illy e gli allora assessori Gianfranco Moretton, Augusto Antonucci, Ezio Beltrame, Enrico Bertossi, Roberto Cosolini (oggi sindaco di Trieste, del Pd), Franco Iacop (attuale presidente del Consiglio regionale, del Pd), Enzo Marsilio (attuale consigliere regionale del Pd), Gianni Pecol Cominotto e Lodovico Sonego (oggi senatore del Pd). Era assente l’assessore Roberto Antonaz (Rc). Il procuratore regionale della Corte dei conti, Maurizio Zappatori, aprì un procedimento per danno alle casse della Regione sostenendo che la giunta non avesse assegnato la percentuale massima di ribasso del 15% da dover fissare, secondo una legge regionale del 1971, qualora, dopo cinque aste pubbliche andate deserte, gli immobili vengano venduti con trattativa privata. E proprio con trattativa privata vennero cedute entrambe le strutture. Per l’ex ospedale di Palmanova – un’area riedificabile di 13.912 metri quadrati – il prezzo di vendita alla prima asta fu di 3,3 milioni. Altre quattro aste, tutte deserte, arrivarono fino a 1 milione 980 mila euro. A quella cifra Zappatori sostiene andasse applicato il massimo ribasso del 15% – cioè 1 milione 683 mila euro – come prezzo minimo di vendita. A trattativa privata, invece, la struttura venne ceduta a 890 mila euro. La differenza di 793 mila euro per Zappatori costituiva danno erariale. Stesso discorso per l’ex struttura Ersa – area di 10.750 metri quadrati. La prima asta fissò il prezzo a 690 mila euro e andò deserta come le quattro successive fino a 414 mila euro, la cifra cui applicare il 15% di massimo ribasso per non “svendere” l’immobile sotto i 351 mila 900 euro. Venne invece acquisito a trattativa privata per 184 mila euro e quindi il procuratore regionale stabilì un danno erariale di 167 mila 900 euro. Zappatori, quindi, citò a giudizio Illy e i nove assessori per un danno alle casse della Regione di 960 mila euro. La Sezione giurisdizionale del Fvg assolse i dieci esponenti regionali per la mancata prova della colpa grave. E Zappatori davanti a quella sentenza presentò appello, ultimo grado di giudizio nel procedimento contabile.

La Sezione centrale, composta dai magistrati Martino Colella (presidente), Nicola Leone, Rita Loreto, Emma Rosati e Giuseppa Maneggio (consigliere relatore), si è pronunciata il 16 gennaio e la sentenza è stata depositata il 3 aprile. Il giudizio dà ragione a Zappatori e accoglie parzialmente la sua richiesta di risarcimento. “Ritiene questo collegio – è scritto nella sentenza – che risulti indiscutibilmente provato il comportamento gravemente colposo dei componenti della giunta che hanno partecipato all’adozione di una delibera che, in violazione della normativa regionale e dei principi costituzionali di buon andamento e di imparzialità della pubblica amministrazione, non ha fissato una soglia minima nel prezzo di vendita degli immobili regionali”. Il Collegio ha anche ridotto il risarcimento a 700 mila perché comunque il Fvg ha conseguito

dei vantaggi economici dalle vendite e per la flessibilità dei valori di mercato in diminuzione. Illy e i nove ex assessori, quindi, dovranno risarcire la Regione. Oppure potranno presentare ricorso in Cassazione per eccepire la giurisdizione della Corte dei conti.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGISTICA

Pubblica il tuo libro