Menu

Solari dà il tempo a Parigi: super-appalto

La spa udinese si aggiudica una commessa da 20 milioni per installare 6 mila display nelle pensiline di bus, metro e treni

UDINE. Solari segna il tempo anche a Parigi. La spa udinese, di Massimo Paniccia, si è aggiudicata una commessa da 20 milioni di euro per installare, nei prossimi 5 anni, oltre 6 mila display intelligenti su altrettante pensiline di bus, metro e treni.

A fare la differenza, nella gara a livello europeo indetta dal gruppo Ratp (Régie autonome des transports parisiens, l’azienda pubblica dei trasporti della capitale francese), sono stati l’elevata performance ingegneristica dei prodotti e la storia della spa.

La vittoria della commessa, infatti, rafforza la presenza di Solari in terra francese dove, da trent’anni a questa parte, i principali aeroporti (come il de Gaulle di Parigi) e gli scali ferroviari vedono primeggiare la tecnologia brevettata dallo storico marchio friulano. Solari, in Francia, è da tempo al fianco dei principali gestori del trasporto pubblico, fra cui il principale: la Sncf.

L’aspetto innovativo di queste periferiche di ultima generazione è l’informazione in tempo reale. Informazioni decisive, soprattutto nelle metropoli, su aggiornamenti di orari, eventuali ritardi e spostamenti minuto per minuto dei mezzi in transito con relativi tempi di attesa (in questo la metro di Parigi ha pochi rivali).

Nell’arco di cinque anni, Solari consegnerà fino a 6 mila display intelligenti di cui 2 mila saranno forniti entro sei mesi, consentendo così un rinnovamento radicale del parco tecnologico. Nella gara europea, organizzata in due lotti separati e partecipata da sei ditte locali (dopo una selezione iniziale fra una decina), la Solari ha primeggiato in entrambi i settori, proponendo una soluzione talmente innovativa ed efficace che il committente ha deciso di affidarli alla stessa azienda.

I due lotti comprendevano, il primo, la tecnologia Tft, orientata ad informazioni multimediali; il secondo riguardava paline a basso consumo in grado di lavorare in completa autonomia attraverso pannelli fotovoltaici. Entrambe le tecnologie utilizzano l’efficienza energetica, con l’obiettivo di raggiungere la riduzione dei consumi.

La soluzione ideata dalla Solari garantisce costi di manutenzione ridotti, grazie alla possibilità di monitoraggio da remoto di tutto l’impianto, con conseguente gestione ottimale degli interventi, pianificati solo nel caso di effettiva presenza di guasti ai dispositivi.

Soddisfatto per il risultato ottenuto dai suoi collaboratori il presidente Massimo Paniccia: «Ancora una volta sono premiate la notevole capacità di ingegnerizzazione dei prodotti, grazie a personale costantemente aggiornato e con alta preparazione tecnica, e la versatilità con cui li realizziamo. Possiamo intervenire in qualsiasi momento sul processo produttivo che governiamo internamente, senza alcuna esternalizzazione, visto che seguiamo il progetto dalla nascita dell’idea fino all’assistenza post-fornitura».

Insomma, ha vinto la forza intrinseca del prodotto: «Se la chiave del successo è l’innovazione possiamo arrivare ovunque, come la storia recente della nostra azienda sta confermando, in abbinata alla

strada dell'internazionalizzazione quale apertura di orizzonti per nuove sfide e nuove ricerche. Non soltanto utilizziamo le tecnologie di ultima generazione, ma anche le rielaboriamo e le re-inventiamo per un risultato non replicabile da altri competitor».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NARRATIVA, POESIA, FUMETTI, SAGGI E TESI DI LAUREA

Pubblica il tuo libro