Quotidiani locali

Serracchiani a Cernobbio: “Se Verdini entra nel Pd esco io”

La governatrice Fvg (e vicesegretario pd) ha risposto alle domande della “Iena” Enrico Lucci arrivando al forum di Confcommercio. “Da noi non ci sono rese dei conti”

CERNOBBIO. «Se Verdini entra nel Pd, io ne esco»: parola del vicesegretario Debora Serracchiani che ha risposto alle domande della “Iena” Enrico Lucci arrivando al forum di Confcommercio a Cernobbio.

«Verdini non entrerà nel Pd» ha assicurato la presidente del Friuli Venezia Giulia.

E quando Lucci l'ha incalzata chiedendole di giurarlo lei ha risposto: «Giuro. Se Verdini entra nel Pd, io ne esco».

“Nessuno caccia nessuno”. «Non ci sono rese dei conti: nessuno caccia nessuno»: Debora Serracchiani replica così alle parole dell'ex premier Enrico Letta secondo cui un leader non caccia ma aggrega il partito.

«Noi - ha detto a margine del Forum di Confcommercio - siamo un partito grande e anche fortemente rinnovato. C'è una nuova classe dirigente in campo e c'è un impegno a fare tante riforme».

Nella direzione di lunedì si parlerà del referendum sulle trivelle, di quello di ottobre sulla riforma costituzionale ma non della questione Verdini «perché alla direzione del Pd si parla del partito democratico».

E l'ex forzista non ne fa parte. Certo, ha votato la legge sulle unioni civili ma una cosa simile «è accaduta anche con i governi Monti

e Letta e non credo ci debbano essere adesso tutte queste differenze».

E in ogni caso «per il reato per cui è stato condannato la prescrizione prima era di sette anni e con le modifiche fatte dal Pd sarà di 12 anni e mezzo. Non mi pare - ha concluso - che stiamo facendo regali a nessuno».

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

LE GUIDE

Scrivere un libro, corso di editing per autori