Quotidiani locali

Misterioso boato nel Medio Friuli e nel Pordenonese, forze dell’ordine allertate. La Base di Aviano: Nostri aerei in zona"

Un misterioso boato ha messo in allarme diversi cittadini residenti nel Medio Friuli mercoledì , poco prima delle 18.30. Il rumore, simile a uno scoppio, è stato avvertito fra la zona di Coseano e Mereto di Tomba, ma anche nel comune di Basiliano

Un misterioso boato ha messo in allarme diversi cittadini residenti nel Medio Friuli mercoledì, poco prima delle 18.30. Il rumore, simile a uno scoppio, è stato avvertito fra la zona di Coseano e Mereto di Tomba, ma anche nel comune di Basiliano. Chiamate anche dal Pordenonese, dove il boato si è sentito distintamente.

Qualche segnalazione è arrivata alle forze dell’ordine e ai vigili del fuoco. Sono stati i carabinieri ad avviare una serie di verifiche pattugliando il territorio e controllando se vi erano stati incidenti, degli scoppi. Inutilmente.

Allarme anche in Veneto. Tutti fuori, tutti convinti che ci fosse una scossa di terremoto, dall’Alpago, a Ponte, a Belluno ma anche in tutta la Valbelluna e a Vittorio Veneto.

C’è stato un fuggi fuggi generale, durato pochi istanti, il tempo di sentire che in cielo stavano passando degli aerei. E così molti hanno capito quello che era davvero successo, cioè che il boato era dovuto a un aereo che ha superato il muro del suono durante una delle tante esercitazioni. Numerose le segnalazioni sui social, nei quali si è avviato un acceso dibattito.

Boato in Valbelluna, colpa di un aereo militare Un incredibile boato, attorno alle 18.30 dell'11 gennaio, ha fatto scappare i bellunesi da case e locali pubblici. Tutti fuori convinti che ci fosse una scossa di terremoto. A provocare il "boom sonico" un jet militare della base di Aviano (a cura di Damiano Mari)

Anche la prefettura si è mossa, con telefonate ai carabinieri e alla polizia. Non erano, infatti, programmati voli di addestramento militare.

A quanto si è appreso lo scoppio non è addebitabile ad aerei italiani, è quindi probabile che si tratti di voli di addestramento da parte di aerei decollati dalla base americana di Aviano.

Intanto l’Aeronautica militare ha annunciato un’indagine e una serie di verifiche per capire quel che è avvenuto.

Il comando dell'aeroporto di Aviano - in una nota - per conto del comando statunitense del 31st FW afferma che "In merito al  boato simile ad un "boom sonico" udito in Friuli e nel Bellunese alle 18.34 circa di mercoledì 11 gennaioi , il 31 FW conferma  la presenza  dei suoi velivoli nella zona di  addestramento al momento in cui si è verificato l'evento". 

"Le dinamiche dell'evento sono al vaglio del personale tecnico del 31st FW con l'intento di  individuare le esatte cause e  che simili circostanze non si ripetano in futuro."

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

Trova Cinema

Tutti i cinema »

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

PROMOZIONE

Sconti sulla stampa e spedizioni gratis