Quotidiani locali

Azienda lascia il Friuli e investe in Puglia

La Konner (elicotteri) amplierà il business nell’area ex Miroglio con 90 milioni. Il titolare attacca la Regione: noi ignorati

UDINE. La Konner, azienda carnica attiva da 25 anni nel campo aeronautico e specializzata nella realizzazione di turbine ed elicotteri, con un portafoglio clienti tra Australia e Cile, Turchia e Polonia, è pronta a investire 90 milioni di euro nell’area ex Miroglio, in Puglia, per ampliare e potenziare il suo business.

C’è però un aspetto meno positivo, per il Friuli, di questa vicenda: la Konner, infatti, abbandonerà il sito produttivo di Amaro, dove lavorano 22 persone, senza considerare il robusto indotto. Forse manterrà in loco solo la sezione ricerca e sviluppo.

Ma a Castellaneta la fabbrica guidata dall’imprenditore Sergio Bortoluz conta di assumere 300 persone, arrivando a quattro catene di montaggio. Posti di lavoro che potenzialmente avrebbero potuto restare in regione. Per non parlare dell’indotto, che sarà completamente azzerato in Friuli e fiorirà in provincia di Taranto.

Il titolare dell’azienda, che vanta un know how tecnologico di prim’ordine, tanto che un gruppo di osservatori cinesi sarà presto in visita ai capannoni della zona industriale di Amaro, individua nella Regione Friuli Venezia Giulia la responsabile del suo addio. Bortoluz è un fiume in piena.

«Abbiamo avuto un unico contatto, qualche tempo fa, con l’assessore Bolzonello - dice il numero uno della Konner -, poi nessuno si è più fatto vedere o sentire. Ma cosa fanno in quegli uffici a Trieste? Non si rendono conto che stiamo perdendo le industrie? Ne abbiamo il 53% in meno rispetto all’anno 2000. Vada a vedere quanti capannoni vuoti ci sono sul viale Tricesimo e sulla Pontebbana, appena fuori Udine. Io volevo investire qua da noi, invece è stata la Regione Puglia a darmi credito.

I loro funzionari sono stati più volte da me, per vedere come lavoriamo. Ho dovuto fare l’emigrante per cercarmi le opportunità. Avevo degli investitori russi pronti a comprare tutto, volevano che trasferissi tutto là da loro. Ma io ci tengo a lavorare e a sviluppare il business nel mio Paese. E ripeto lo avrei fatto ben volentieri nella regione dove pago un milione di euro di tasse, fino all’ultimo centesimo. Invece non mi è stata data questa possibilità».

La Konner è stata l’unica realtà, fra quelle che hanno manifestato interesse per il sito ex Miroglio, ad aver presentato un piano industriale (presso Invitalia) offrendo già le opportune garanzie.

Partner di Bortoluz per l’affare in Puglia sarà il noto industriale (anche lui friulano) Maurizio Zamparini, patron del Palermo calcio. Nella prima fase gli investimenti sono pari a 30 milioni, di cui parte sono oggetto di finanziamento presso Invitalia, fino a giungere ai 90 complessivi con la messa a regime in 5 anni.

Apprezzamento per l’iniziativa sono stati ovviamente espressi dal Comune di Castellaneta (dove si trova il sito ex Miroglio) e dalla Regione Puglia, che hanno condiviso la necessità di «formalizzare una richiesta di convocazione al ministero dello Sviluppo economico per conoscere i tempi dell’eventuale finanziamento pubblico richiesto da Konner».

La società con sede ad Amaro realizza motori (turbine) per elicotteri e diversi modelli di elicotteri chiavi in mano. I costi di ogni “macchina” vanno dai 450 mila euro per i più piccoli a 1,4 milioni per i più grandi. I prezzi oscillano poi anche in base a equipaggiamento, allestimenti e tecnologia applicata. Tra i clienti che hanno fatto un importante ordine alla fabbrica carnica c’è il governo della Turchia che vuole gli elicotteri made in Friuli per pattugliare il confine con la Siria.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NOVITA' PER GLI SCRITTORI

Stampare un libro ecco come risparmiare