Quotidiani locali

Fermati con 6 kg di droga, nei guai marito e moglie

I due coniugi, originari del Kossovo ma residenti a Udine, sono stati arrestati per detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. In casa la polizia ha trovato anche 3 mila euro

UDINE. Una coppia originaria del Kossovo, ma residente in città, è stata fermata con 6 chilogrammi di marijuana nascosti nel bagagliaio dell’auto. La droga è stata scoperta giovedì dagli agenti della squadra Volante durante un controllo lungo la strada regionale 353 in direzione di Pozzuolo del Friuli.

E nell’abitazione dei due coniugi sono stati trovati 3 mila euro in contanti, che secondo gli inquirenti deriverebbero da precedenti cessioni di droga dal momento che marito e moglie, aiutati tra l’altro dai servizi sociali del Comune, non avrebbero un lavoro.

La coppia (assistita dall’avvocato Gianmaria Cojutti) è stata arrestata per detenzione a fine di spaccio di sostanze stupefacenti. Il marito, 45 anni, è stato accompagnato nel carcere di via Spalato, mentre la moglie, 36 anni, nella casa circondariale di Trieste, in via del Coroneo.

Erano le 14.30 di giovedì 16 febbraio quando i due, che viaggiavano a bordo di una Volsgwagen Golf, sono stati fermati all’altezza di Pozzuolo, lungo la regionale 353, nell’ambito di un controllo ordinario predisposto dal questore nella zona di Udine Sud.

La coppia, lui in particolare, era apparsa piuttosto nervosa tanto da insospettire gli agenti della Volante. Così, oltre al controllo dei documenti, i poliziotti hanno voluto approfondire chiedendo che venisse aperto il portabagagli dell’auto. È bastata un’occhiata per capire il motivo del comportamento nervoso dell’uomo poco prima.

Gli agenti, infatti, hanno trovato dentro un paio di borse di carta tre “palle” di marijuana: lo stupefacente era stato messo dentro un sacchetto (come quello delle immondizie) poi coperto con del nastro adesivo da pacchi. Accanto, è stato trovato un altro involucro contenente dieci grammi di cocaina.

Nel frattempo, in aiuto ai colleghi, sono intervenuti gli agenti della Squadra Mobile della Questura di Udine (coordinati dal vicequestore aggiunto Massimiliano Ortolan) che hanno approfondito i controlli. Durante la perquisizione domiciliare, gli agenti hanno trovato – e sequestrato – poco più di tre mila euro in contanti.

Il denaro era stato nascosto

dentro un armadio dell’alloggio occupato dalla coppia e dai loro due figli minorenni. Non avendo un’occupazione fissa ed essendo anche aiutati dai servizi sociali, il sospetto è che si tratti di una somma derivante dall’attività di spaccio.

 

©RIPRODUZIONE RISERVATA

I COMMENTI DEI LETTORI


Lascia un commento

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

NUOVE OPPORTUNITA' PER CHI AMA SCRIVERE

Servizi, una redazione a disposizione dell'autore