Quotidiani locali

A un disoccupato di Udine centomila euro del “gratta e vinci”

Il biglietto fortunato acquistato nel tabacchino di via Paparotti. A comprarlo un friulano che mattina ha giocato 20 euro

UDINE. La dea bendata ha baciato ancora una volta la tabaccheria di via Paparotti regalando cento mila euro a un disoccupato friulano. In questo caso sembra proprio che la somma di denaro – vinta acquistando ieri un gratta e vinci “maxi miliardario” da 20 euro – sia arrivata nelle mani giuste, quelle di una persona che, da diverso tempo, è senza lavoro. Sulla sua identità, tuttavia, non è trapelato nulla, anche perché i titolari del tabacchino dicono di conoscere il vincitore soltanto di vista.

Il fortunato acquisto è stato fatto ieri mattina, attorno alle 10.30, quando nell’esercizio di proprietà di Lucia Marcuzzi era in servizio la figlia Daiana.

Un uomo, sui 50 anni, era entrato decidendo di acquistare, come già aveva fatto varie volte in passato, un gratta e vinci. Soltanto un biglietto di lotteria istantanea, null’altro. Poi se n’era tornato a casa, ancora inconsapevole di come, di lì a breve, la sua vita sarebbe se non cambiata, almeno notevolmente migliorata. Grattando numero dopo numero immaginiamo la sua gioia quando ha compreso di aver vinto 100 mila euro.

«È stata mia figlia – racconta la titolare della tabaccheria di via Paparotti, Lucia Marcuzzi – a vendergli il gratta e vinci. È un uomo di mezza età che non abita in zona, ma che è venuto in altre occasioni a comprare gratta e vinci.

Questa volta aveva chiesto un “maxi miliardario” da 20 euro e poi era uscito». Nel pomeriggio si è ripresentato in via Paparotti, visibilmente emozionato, dopo l’incredibile scoperta che lo ha lasciato senza fiato. «Quando è entrato – racconta ancora Marcuzzi – c’ero io al lavoro. Lui era chiaramente commosso, non poteva credere ai propri occhi, e con un filo di voce mi ha chiesto come poteva fare per riscuotere la somma. Gli ho spiegato che poteva incassare il denaro solamente in banca».

Sono bastate poche altre chiacchiere per capire che il denaro era andato a chi ne aveva davvero bisogno. «Mi ha raccontato di aver perso il lavoro e di non avere da molto tempo un’occupazione. Mi sembra di aver capito che sia friulano, non so se ha famiglia – riferisce la titolare del tabacchino –, ma sono convinta che la vincita sia andata nelle mani giuste e questo mi ha fatto molto piacere».

La tabaccheria di via Paparotti, che Marcuzzi gestisce da 36 anni, non è nuova a vincite importanti. Nel settembre 2009 era stata registrata una super vincita di 500 mila euro dopo l’acquisto di un gratta e vinci di soli 5 euro.

Nel corso degli anni, da quando l’esercizio è stato aperto nel 1981, altre mani hanno “grattato” e trattenuto la fortuna. «Abbiamo avuto molte vincite da 10 mila euro – sottolinea la titolare –, tutte acquistando gratta e vinci

dai 10 euro (mega miliardario) ai 20 euro (maxi miliardario).

Diversi anni fa c’è stata la vincita al lotto di 60 mila euro con una quaterna e, quando ancora c’erano le lire, qualcuno si è portato a casa 120 milioni giocando sempre al lotto».

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro