Quotidiani locali

Vai alla pagina su Il Messaggero della Scuola
I ragazzi e il “made in Italy”, ma al tempo dei Romani: nasce un concorso

I ragazzi e il “made in Italy”, ma al tempo dei Romani: nasce un concorso

La mostra aperta ad Aquilea il 12 febbraio scorso diventa una gara per gli studenti. Scrivete un articolo sulla rassegna, fate foto e video e inviateli entro il 12 maggio

AQUILEIA. Il terzo marchio al mondo per notorietà dopo Coca-Cola e Visa, il “Made in Italy”, ha origine antiche. Precisamente romane.

Ebbene si, la consuetudine di apporre marchi sui prodotti per permetterne una più facile identificazione e al contempo tutelarli dalla falsificazione, si sviluppò già durante l’impero romano e, a palazzo Meizlik ad Aquileia, è in corso una mostra che ripercorre questa parte di storia.

Aperta al pubblico dal 12 febbraio, “Made in Roma and Aquileia” propone una raccolta di pezzi provenienti dal Museo Archeologico Nazionale di Aquileia e dall’esposizione appena conclusa ai Mercati di Traiano di Roma.

In mostra oggetti come il collare di bronzo di uno schiavo, vetri, lucerne, gemme, anfore, strumenti medicali: tutti caratterizzati da marchi, loghi, firme e segni di proprietà e appartenenza. Imprenditori e acquirenti dell’epoca hanno apposto la loro firma sugli oggetti, rendendoli unici.

Obiettivo finale? Creare fiducia nel cliente con la forza del proprio nome. Made in Roma and Aquileia rappresenta anche il tema del Concorso Scuole 2017, ideato nell’ambito della mostra e promosso dalla Fondazione Aquileia in collaborazione con il Polo Museale del Fvg, il Comune di Aquileia e la Redazione Scuola Messaggero Veneto e con il sostegno del Palmanova Outlet Village.

Il concorso è aperto a tutte le scuole della regione. La finalità del concorso si inserisce nella ricca proposta di attività culturali volte alla valorizzazione del sito Unesco, coinvolgendo gli studenti per indagare, sviluppare e diffondere ogni possibile risvolto del tema della mostra: “Made in Roma and Aquileia”. Un viaggio alla scoperta dell’utilizzo del marchio nell’antichità, riscoprendo l’Aquileia di 2000 anni fa.

Il concorso si articola in tre sezioni: la Prima Sezione, dedicata alla scuola primaria, la Seconda Sezione per la scuola secondaria di primo grado e infine la Terza Sezione rivolta alla scuola secondaria di secondo grado. Per la Prima Sezione è prevista la partecipazione di classe.

Ogni classe partecipante dovrà presentare un articolo della lunghezza massima di 1 cartella (con un massimo di 2000 battute) corredato da 2/3 fotografie, orizzontali e verticali, in formato JPG ad alta risoluzione. Nella Seconda e Terza Sezione è prevista la partecipazione di singoli allievi.

Quest’ultimi potranno prendere parte al concorso presentando un articolo, della lunghezza massima di una cartella (massimo 2.000 battute) corredato da 2/3 fotografie orizzontali e verticali in formato Jpg alta risoluzione, o con produzioni audiovisive, realizzate con il cellulare, della durata massima di 1 minuto.

Le scuole che desiderano partecipare dovranno compilare la scheda d’iscrizione inviandola via mail all’indirizzo ufficiostampa@fondazioneaquileia.it specificando nell’oggetto “Adesione al Concorso Scuole”; oppure via lettera all’indirizzo: Fondazione Aquileia-Concorso Scuole-via Patriarca Popone 7 – 33051 Aquileia. In questo caso farà fede la data del timbro postale. Sia il bando che la scheda di iscrizione sono disponibili sul sito www.fondazioneaquileia.it. Tutti gli elaborati dovranno essere inviati entro venerdì 12 maggio.

La premiazioni del concorso avrà luogo mercoledì 31 maggio ad Aquileia. La giuria è composta da Cristiano Tiussi, direttore della Fondazione Aquileia, Erica Zanon, dell’ufficio stampa della Fondazione Aquileia, Marta Novello, direttore del Museo Archeologico Nazionale di Aquileia, Luisa Contin, insegnante e assessore al Comune di Aquileia, Oscar d’Agostino, giornalista del Messaggero Veneto, Gabriella Scrufari, giornalista e responsabile della Redazione del Messaggero Veneto Scuola, Aurora Milan, della Redazione Messaggero Veneto Scuola, Gianluca Baronchelli, fotografo professionista, e Domenico Casagrande, direttore del Palmanova Outlet Village.

La giuria individuerà un vincitore per ogni tipologia in ciascuna sezione; inoltre potrà concordare delle ulteriori segnalazioni. Alla prima classe classificata della Scuola primaria verranno consegnati una targa e un carnet di buoni prepagati da spendere entro 12 mesi, messi a disposizione dal Palmanova Outlet Village dal valore di 625 euro (totale stimato per classe di 25 allievi).

La seconda classe classificata della Scuola Primaria riceverà un carnet di buoni prepagati da spendere entro 12 mesi, dal valore di 250 euro cadauno (totale stimato per classe di 25 allievi). Per le scuole secondarie di primo e secondo grado saranno premiati i singoli studenti.

I primi classificati per ogni sezione riceveranno

una gift card del valore di 100 euro, gli studenti arrivati secondi e terzi per ogni categoria riceveranno una gift card del valore di 50 euro. Indine, Premio Speciale “Fondazione Aquileia” aperto a tutte le sezioni: il vincitore riceverà in premio un tablet dal valore di 400 euro.

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro