Quotidiani locali

Sgominata la banda dei pannelli fotovoltaici: i furti tra il Friuli, il Veneto e la Lombardia

La polizia ha arrestato 4 uomini provenienti dal Marocco accusati di aver messo a segno numerosi furti: le indagini sono scattate dopo il colpo messo a segno a Pradamano quando "sparirono" 1.200 impianti per un valore di 150 mila euro

PRADAMANO. Riuscivano a smantellare un parco fotovoltaico in una sola notte rubando centinaia di pannelli che venivano caricati in diversi furgoni e poi “spediti” in Marocco via mare passando per il porto francese di Setè. Lo scorso 7 giugno a Pradamano ne hanno portati via 1.200 per un valore di 150 mila euro.

leggi anche:

Ma da quella notte la polizia si è messa sulle loro tracce e nei giorni scorsi, dopo mesi di indagini, ha arrestato gli ultimi due componenti del quartetto di marocchini che studiavano i colpi, facevano i sopralluoghi e poi mandavano autisti e “operai” a concludere il lavoro. Altre 14 persone, tutte di nazionalità marocchina, sono infatti indagate a vario titolo per aver preso parte ai furti.

leggi anche:

A finire in manette sono stati Massir Hammouda di 41 anni arrestato a Bergamo il 7 marzo, Abdelaziz Faitout di 31 anni arrestato a Vignola il 17 marzo, Hassan El Abboubi anche lui 31enne, arrestato mercoledì insieme al 33enne Mohamed Ouarsane a Campagna in provincia di Salerno. «Oltre al colpo di Pradamano - ha spiegato ieri il capo della Squadra mobile, il vicequestore aggiunto Massimiliano Ortolan - il sodalizio è accusato di numerosi altri furti o tentati furti».

A Palazzolo dello Stella, nella notte tra il 21 e il 22 giugno 2016, i ladri hanno preso di mira l’impianto installato sul tetto della Stratex di Palazzolo dello Stella. Solo l’intervento della polizia gli ha impedito di rubare centinaia di pannelli che erano già stati smontati e accatastati ai lati dello stabilimento della fabbrica che all’epoca era già fallita. Il 29 giugno ci hanno riprovato senza fortuna - sempre per l’intervento delle forze dell’ordine - a Candiana in provincia di Padova e il 2 luglio a Rivarolo Mantovano quando sono riusciti a rubare 254 pannelli e altri 801 erano già stati smontati, pronti per essere caricati nei furgoni.

«I colpi - ha chiarito Ortolan - avvenivano quasi sempre in luoghi isolati in aperta campagna. Non era semplice quindi individuare i bersagli o appostarsi per coglierli sul fatto». Anche perché in poche ore la banda era in grado di individuare smontare e trasportare centinaia di pannelli. Se il sopralluogo iniziava intorno alle 22 l’operazione poteva concludersi verso le 2-3 di notte.

Furto di pannelli fotovoltaici, i ladri ripresi dalle telecamere Le telecamere di sorveglianza hanno ripreso la razzia di pannelli fotovoltaici. La polizia ha arrestato 4 uomini provenienti dal Marocco accusati di aver messo a segno numerosi furti: le indagini sono scattate dopo il colpo messo a segno a Pradamano quando "sparirono" 1.200 pannelli per un valore di 150 mila euro. L'articolo

I 4 arrestati solitamente arrivavano con diverse auto che lasciavano lontano dai parchi fotovoltaici. Una volta sul posto verificavano la presenza di telecamere o allarmi, a volte smontavano alcuni pannelli e poi chiamavano i “complici” a finire il lavoro caricando in una stessa notte diversi furgoni. Tra il 9 e il 10 luglio la banda ha preso di mira l’impianto della “Enerlux” di Bozzolo a Mantova, ma la polizia ha fermato il furgone che trasportava 209 pannelli e ha recuperato gli altri 528 pannelli smontati. L’8 agosto a Casale Cremasco l’ultimo colpo alla Agrisun dove solo l’intervento della polizia gli ha impedito di rubare 330 pannelli già pronti per il trasporto.
Non è escluso che alcuni componenti della banda abbiano avuto a che fare anche con il colpo andato a segno a Precenicco nel marzo scorso che ha portato all’arresto, da parte dei carabinieri della compagnia di Latisana, di cinque marocchini.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro