Quotidiani locali

Si rompe il pacco dove è contenuto solvente per vernici, tre intossicati 

L'involucro da Padova era diretto a San Giovanni: i dipendenti  stavano spostando dei pacchi in procinto di essere caricati su un camion che doveva partire per varie consegne a Nordest.

SAN GIOVANNI AL NATISONE. Un pacco tra quelli che stavano movimentando è caduto a terra e si è rotto. Dal cartone è fuoriuscito del liquido che ha causato un malore a tre dipendenti.

Alle 3 della notte scorsa è scattato l’allarme chimico batteriologico al deposito del corriere Gls di via Austria, a Padova. Si è saputo solo dopo infatti che nel pacco, destinato a una ditta di San Giovanni al Natisone e spedito da un’azienda padovana, c’erano dei flaconi di solvente per vernici (trietilammina) e una polvere basica.

In quel momento nel capannone, nelle vicinanze dello scatolone c’erano tre dipendenti: un italiano, un bengalese e un marocchino. Hanno sentito bruciore agli occhi e alla gola, sul posto sono arrivate le ambulanze del 118 e i vigili del fuoco. È scattato un rigido protocollo di sicurezza come si fa in queste situazioni.

I dipendenti sono stati fatti usciti a respirare, sono stati visitati sul posto ma hanno rifiutato di salire in ambulanza e solo uno di loro, l’italiano, alle 8 ha preferito ricorrere alle cure del pronto soccorso. Non è grave, sta facendo delle analisi. Dalle 3, quando è scattato l’allarme, l’intervento dei vigili del fuoco si è chiuso alle 7. Nel capannone di via Austria si lavora praticamente ogni notte. Gli addetti stavano spostando dei pacchi in procinto di essere caricati su un camion che doveva partire per varie consegne a Nordest.

Ma per una disattenzione sono caduto alcuni pacchi durante la movimentazione di un grande numero di colli, operazione che avveniva anche con l’ausilio di alcuni muletti. Non si pensava a nulla di grave, ma improvvisamente il cartone si è inzuppato e l’aria è diventata acre, irrespirabile. Sono stati individuati subito il mittente e il destinatario dei prodotti e sono scattate le analisi del liquido fuoriuscito. Sul posto sono

intervenuti anche i carabinieri e i tecnici dell’Arpav che hanno controllato la qualità dell’aria all’interno del fabbricato. Verrà accertato se prodotti così pericolosi potevano essere spediti in quel modo, anche se pare non siano per ora emerse irregolarità.
©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro