Quotidiani locali

Comune di Udine, incarichi per mezzo milione

La voce più consistente (il 90%) riguarda la realizzazione di opere pubbliche. Altre aree di spesa minori riguardano la formazione (5.600 euro), le commissioni per i concorsi (1.700) e le consulenze notarili (3.500)

UDINE. Ammontano a circa 515 mila euro gli incarichi professionali assegnati dal Comune di Udine nel secondo semestre del 2016.

Un importo storicamente più consistente rispetto al primo a causa degli incarichi connessi alle opere pubbliche per le quali si accendono i mutui nei primi sei mesi dell’anno (le spese nel primo semestre 2016 erano state di circa 228 mila euro, mano della metà).

Nel complesso, il dato in questione conferma proprio un ritorno alle opere pubbliche dopo il lungo periodo di crisi economica: rispetto infatti ai 515 mila euro del secondo semestre 2016, nella seconda parte del 2015 l’importo degli incarichi professionali aveva superato di poco i 431 mila euro.

 

Scorrendo l’elenco dei 110 incarichi assegnati negli ultimi sei mesi dello scorso anno, la voce più consistente riguarda appunto gli incarichi conferiti per i lavori pubblici, per i quali il Comune ha investito oltre 460 mila euro, quasi il 90 per cento delle consulenze conferite. Si tratta, come sempre, di incarichi previsti dalla legge per l’esecuzione delle opere pubbliche, come per esempio le progettazioni, i collaudi delle opere, i servizi legati alla sicurezza.

«Proprio perché questi incarichi sono per la gran parte investimenti per lavori pubblici – spiega il sindaco di Udine, Furio Honsell – questi dati confermano l’avvio di una nuova stagione di opere pubbliche dopo le difficoltà legate alla mancanza di risorse negli anni della recessione».

Tra le altre voci di spesa figurano, poi, gli incarichi per le consulenze legali (23 mila euro) e gli incarichi legati alla cultura (20 mila euro). Altre aree di spesa minori riguardano la formazione (5.600 euro), le commissioni per i concorsi (1.700 euro) e le consulenze notarili (3.500 euro).

Tra le voci più importanti – come si può notare nella tabella pubblicata qui sopra – l’incarico a Diego De Stalis per la progettazione, misura e contabilità di una tribuna di un campo sportivo: 43 mila 139 euro. Più di 41 mila euro (41.214,98 per l’esattezza) quelli che il Comune ha messo a bilancio per uno dei lavori affidati a Giandomenico Merlo.

Anche in questo caso siamo di fronte a una progettazione, direzione lavori e coordinamento della sicurezza per l’adeguamento ai sistemi di prevenzione incendi di una scuola.

Paolo Mantoani, invece, ha ricevuto l’incarico di progettazione, direzione lavori, misura e contabilità, coordinamento della sicurezza lavori nel centro di riuso di via Rizzolo per 27.511,14 euro. Restando sempre fra gli incarichi più “ricchi” c’è quella da 19 mila 32 euro affidato alla Eta progetti studio professionisti associati. Devono realizzare la progettazione definitiva ed esecutiva, la direzione lavori, il coordinamento della sicurezza per la sistemazione di un’area sportiva (anche in questo caso il Comune non ha specificato quale).

È, invece, di 69,60 euro l’incarico affidato ad Alessandro Forabosco, componente della commissione di controllo, per una rilevazione prezzi. Per lo stesso motivo Alfredo Gon, Marcello Orsatti, Gian Roberto Roselli Della Rovere e Daniela Vivarelli

hanno, invece, percepito 278,40 euro. Sempre per quanto riguarda gli incarichi meno onerosi affidati dal Comune c’è la realizzazione di pannelli informativo-educativi al Centro attività didattiche nell’area ex Macello da Massimo Cum: in tutto 380 euro.

©RIPRODUZIONE RISERVATA

TrovaRistorante

a Udine Tutti i ristoranti »

Il mio libro

TORNA IL CONCORSO PIU' POPOLARE DEL WEB

Premio letterario ilmioesordio, invia il tuo libro