Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Protezione civile, ci sono 50 volontari 

A Tavagnacco sabato simulazione di terremoto a scuola. In estate pronti i piani emergenza

TAVAGNACCO. Una realtà che non ama apparire, ma che non può non essere raccontata: la previsione, la prevenzione, il ripristino del territorio e il soccorso alla popolazione in caso di emergenza passano per le mani dei volontari della Protezione civile. La squadra del Comune di Tavagnacco, che ha appena ridefinito i ruoli di vertice e toccato quota 50 volontari, non perde occasione per informare e preparare i cittadini, grandi e piccoli. Sabato mattina gli alunni della scuola primaria di Ade ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TAVAGNACCO. Una realtà che non ama apparire, ma che non può non essere raccontata: la previsione, la prevenzione, il ripristino del territorio e il soccorso alla popolazione in caso di emergenza passano per le mani dei volontari della Protezione civile. La squadra del Comune di Tavagnacco, che ha appena ridefinito i ruoli di vertice e toccato quota 50 volontari, non perde occasione per informare e preparare i cittadini, grandi e piccoli. Sabato mattina gli alunni della scuola primaria di Adegliacco, accompagnati dai docenti, dal personale Ata e dagli amministrativi, saranno protagonisti di un’esercitazione. Sarà simulata una scossa sismica e le oltre 200 persone coinvolte saranno “soccorse” e seguite, nello svolgimento dell’attività, da circa 40 volontari (tra Pc, Aib di Cividale, pompieri volontari di Moggio, la Croce Rossa e gruppo cinofilo).
Il Centro operativo comunale
La scossa di terremoto è terminata, gli alunni sono fuori dalle classi. Come si devono comportare i genitori? Dove devono recarsi per recuperare, in sicurezza, i propri figli? L’evento di sabato con i bambini si inserisce all’interno di una sequenza di azioni che, sulla base del piano emergenze, dovranno essere svolte in caso di calamità. «Stiamo lavorando per il Coc, stabilendone funzioni e responsabili – spiega il vicesindaco Moreno Lirutti –. Poi, una volta completata la descrizione puntuale di ogni aspetto, tutto sarà portato a conoscenza dei cittadini». Quali sono le aree di ammassamento, dove vengono installate le tende e ricoveri provvisori, a chi bisogna rivolgersi per avere aiuto: sono elementi essenziali del soccorso. La squadra comunale della Pc, frazione per frazione, presenterà il piano comunale delle emergenze ai residenti e darà loro tutte le indicazioni. Gli incontri che avranno inizio alla fine dell’estate si concluderanno entro l’anno.
I nuovi volti
Il Comune ha da poco ridisegnato lo schema dei vertici della squadra. Piero Zoratti è il nuovo coordinatore e caposquadra, Paolo Stazi è il vice coordinato e caposquadra, Federico Marcuglia il capo squadra e Marco Stefanutti il vice-caposquadra. Il gruppo è costituito complessivamente da 50 volontari (12 donne e 38 uomini). Il più giovane è del 1999 il più anziano del 1942. Ma ci sono anche due nuovi volti, femminili, entrati da pochissimo: Giulia e Martina, entrambe classe 1999, hanno scelto di essere parte della Pc grazie ai Campi scuola di orientamento al volontariato organizzati dalla Pc regionale e rivolti al triennio delle scuole superiori regionali.