Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scriviamo insieme il Messaggero Veneto del futuro

Da lunedì 19 giugno nuovi contenuti sul sito, newsletter ed eventi. Redazione e cittadini in un nuovo progetto di informazione. ISCRIVETEVI QUI

La sociologia contemporanea definisce la comunità come un modello sociale in crisi: la disaffezione verso le istituzioni e le sue derivazioni porta a un ritiro nel privato sempre più diffuso. Lo studio ha le sue eccezioni. Il Friuli è una di queste. Lo abbiamo visto di recente, domenica scorsa, nel voto referendario sull’unione di tre Comuni. La gente ha detto no, il progetto, portato avanti nel nome del contenimento della spesa, è stato respinto. Il messaggio uscito dalle urne è forte e chi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

La sociologia contemporanea definisce la comunità come un modello sociale in crisi: la disaffezione verso le istituzioni e le sue derivazioni porta a un ritiro nel privato sempre più diffuso. Lo studio ha le sue eccezioni. Il Friuli è una di queste. Lo abbiamo visto di recente, domenica scorsa, nel voto referendario sull’unione di tre Comuni. La gente ha detto no, il progetto, portato avanti nel nome del contenimento della spesa, è stato respinto. Il messaggio uscito dalle urne è forte e chiaro (come è avvenuto nel passato): siamo comunità distinte con il nostro nome, le nostre radici, la nostra storia, il nostro campanile. Non è localismo, è senso di appartenenza. Il Friuli ha una storia di comunità che è diventata un esempio, che si è consolidata ai tempi del terremoto, diventando un modello, ed è proseguita negli anni, nei piccoli e grandi centri della Piccola Patria.

“NoiMv” è un progetto che va in questa direzione: passato e futuro che si integrano diventando attuali, moderni, al passo con i tempi e con i cambiamenti che inevitabilmente ci propongono nuove sfide. Legati alla nostra storia, al nostro modo di essere senza perdere di vista il futuro: una comunità, un unicum, un modello, un progetto di interazione e integrazione tra il giornale (in tutte le sue forme, carta, sito, social, newsletter) e, appunto, la comunità dei lettori. Ecco cosa abbiamo fatto.

Da lunedì 19  giornale e lettori saranno più vicini con l’obiettivo comune di rendere l’informazione sempre più completa, partecipata, utile, di servizio.

Ma cosa succede, cosa cambia? Una svolta, un altro passo verso l’adeguamento ai tempi in cui viviamo dove la distanza (un tempo troppo distante) tra chi produce l’informazione e chi ne usufruisce è un passo, dove l’informazione partecipata diventa una realtà quotidiana. Ieri il lettore andava in un’edicola, acquistava il suo giornale, lo leggeva e finiva lì. Oggi il lettore vuole condividere, partecipare, commentare, ampliare, anche lui informare, criticare con il fine di partecipare al prodotto-giornale. E questo noi faremo. Da lunedì quindi saremo ancora più vicini: cambia la fruizione dell’informazione su messaggeroveneto.it. Dopo aver cliccato su 5 articoli il lettore sarà invitato a iscriversi alla community “NoiMv”. Questo gli permetterà di accedere a una vasta serie di contenuti dedicati ed esclusivi e riceverà quotidianamente una newsletter (che si affianca a quella già presente da qualche anno di “Nordest economia”) che conterrà la sintesi della giornata: i principali fatti di cronaca di casa nostra, il video del giorno, le storie, l’Udinese e una sezione dei fatti dall’Italia e dal mondo. Non solo: quotidianamente ci sarà anche “La bussola del direttore”, newsletter con la quale il direttore commenterà i fatti principali della giornata.

Da lunedì 19 domani sarà di nuovo possibile commentare le notizie sul sito. Per farlo bisognerà essere registrati.

Nasce anche un nuovo gruppo Facebook che sarà accessibile solo agli iscritti a “NoiMv”: anche questo sarà un “luogo” condiviso, dove ci potrete raccontare le vostre storie, proporre temi e servizi che poi andremo a realizzare, sarà un luogo di condivisione.

Ma “NoiMv” è anche molto di più: incontri in redazione su temi che voi stessi proporrete, visite guidate nei più bei luoghi del Friuli, che scopriremo assieme. Insieme per fare ciò che da tempo ci chiedete: condividere l’informazione, costruirla (ove è possibile) assieme, raccontare questa nostra terra nel modo più completo possibile con il contributo di tutti. Una sfida da portare avanti insieme. Noi partiamo, salite a bordo anche voi. C’è spazio per tutti.