Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Con Mv Scuola la comunità del giornale parte dai ragazzi

Una comunità nella comunità. È lo spazio Scuola del Messaggero Veneto, che quest’anno è diventato maggiorenne: è dal 1998 infatti che il quotidiano friulano dedica un inserto settimanale di 4 pagine agli studenti delle scuole di Udine e Pordenone, grazie alla collaborazione con la Fondazione Friuli. Una “redazione nella redazione”: uno spazio aperto soltanto ai giovani (prof e genitori restano fuori dalla porta) che partecipano alle riunioni e scrivono su qualsiasi argomento, dalle recension ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Una comunità nella comunità. È lo spazio Scuola del Messaggero Veneto, che quest’anno è diventato maggiorenne: è dal 1998 infatti che il quotidiano friulano dedica un inserto settimanale di 4 pagine agli studenti delle scuole di Udine e Pordenone, grazie alla collaborazione con la Fondazione Friuli. Una “redazione nella redazione”: uno spazio aperto soltanto ai giovani (prof e genitori restano fuori dalla porta) che partecipano alle riunioni e scrivono su qualsiasi argomento, dalle recensioni di spettacoli, film e libri alle piccole inchieste sui problemi cittadini. Con un'unica regola: bisogna rispettare le stesse norme che esistono per i giornalisti.

Durante la riunione settimanale di redazione si correggono assieme le pagine pronte per la stampa e si imposta il numero successivo, decidendo gli argomenti e assegnando gli incarichi. Da quest’anno il “Messaggero veneto” ha avviato inoltre il progetto Alternanza Scuola-Lavoro, portando in redazione gli alunni di cinque scuole udinesi e pordenonesi, che si mettono alla prova cercando di capire se il giornalismo è il loro interesse per il futuro.

Durante 50 ore di “lezioni”, i ragazzi scoprono come si scrive un articolo o si realizza un telegiornale, assistono ad incontri con professionisti di vari settori dell'informazione e realizzano filmati e dirette sui social network. Il MvScuola infatti non è soltanto una comunità “cartacea”: la redazione è anche presente “on line”. Nativi digitali, i giovani sono portati infatti ad esprimersi utilizzando i social network. Da quest'anno con una novità: dopo Facebook, Twitter e Youtube, primo nel gruppo dei quotidiani locali del gruppo Gedi il “Messaggero Veneto” ha infatti aperto un profilo su Snapchat, che viene utilizzato per raccontare le riunioni settimanali ma anche per consentire ai giovani cronisti di seguire appuntamenti cittadini, in particolare in occasione di festival, concerti e grandi eventi. Il futuro? Pur rimanendo legati alla carta, sarà sicuramente sempre più digitale. Come? Seguiteci on line, lo scoprirete.