Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Anziani e giovani in crisi: otto alloggi a disposizione

A Carlino parte il primo progetto di “housing sociale” della Bassa friulana Fondi anche a Latisana e a Bagnaria Arsa per avviare analoghe iniziative

CARLINO. Parte da Carlino il primo progetto di housing sociale della Bassa friulana: saranno otto gli alloggi che verranno realizzati a favore di anziani e giovani coppie in difficoltà nell’ex forno.

L’intervento si inserisce nel progetto di riqualificazione del patrimonio immobiliare.

“Innovazione, residenzialità e valorizzazione del patrimonio immobiliare esistente”. Queste le tre parole chiave con cui, l’assessore alle Politiche Sociali di Carlino Loris Bazzo evidenzia l’importanza del fi ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CARLINO. Parte da Carlino il primo progetto di housing sociale della Bassa friulana: saranno otto gli alloggi che verranno realizzati a favore di anziani e giovani coppie in difficoltà nell’ex forno.

L’intervento si inserisce nel progetto di riqualificazione del patrimonio immobiliare.

“Innovazione, residenzialità e valorizzazione del patrimonio immobiliare esistente”. Queste le tre parole chiave con cui, l’assessore alle Politiche Sociali di Carlino Loris Bazzo evidenzia l’importanza del finanziamento regionale (800 mila euro), ricevuto per la ristrutturazione dello storico edificio, quello dello storico forno che si affaccia nella principale piazza comunale, piazza San Rocco.

«È stato un lavoro di squadra – spiega – durato diversi anni, che ha coinvolto tutta la giunta del sindaco Navarria, il presidente di Anteas (associazione che si occupa di anziani, soprattutto non autosufficienti) Battista Schincariol che, attraverso la sensibilità dell’assessore regionale alle infrastrutture Maria Grazia Santoro, ha portato alla costruzione di un progetto sostenibile che potesse convincere la regione a finanziare l’opera».

«In questi ultimi anni la nostra amministrazione – continua Bazzo – , non ha fatto altro che dare ascolto ai cittadini di Carlino e alle loro mutate esigenze in termini di abitabilità, ricercando dunque nuove soluzioni abitative».

«L’edificio del forno ospiterà otto unità abitative indipendenti con alcuni spazi condivisi che faciliteranno la condivisione e l’instaurarsi di relazioni di auto mutuo aiuto. Verrà data priorità agli anziani che ancora conservano un minimo grado di autonomia e alle giovani coppie o single che dimostreranno particolare sensibilità per le tematiche della terza età».

L’area individuata per la realizzazione dell’intervento è quella limitrofa al Municipio e adiacente all’edificio della Latteria Turnaria che attualmente è sede del Centro diurno anziani e del Centro giovani. L’amministrazione comunale, al fine di realizzare l’intervento di coabitazione sociale, ha già acquisito la promessa di la promessa di cessione volontaria dell’immobile sito in piazza San Rocco.

«È un’idea innovativa– conclude l’assessore– quella del nostro comune presa ad esempio dalla Regione come progetto partecipativo che rende protagonista il cittadino al centro delle istituzioni e della comunità».

Nella Bassa friulana hanno ricevuto fondi anche il Comune di Latisana (800 mila euro) per housing sociale destinato ad anziani e giovani coppie, e Bagnaria Arsa (450 mia euro) per alloggi di coabitazione sociale rivolta a giovani coppie o single, che però non hanno ancora un progetto definito sui numeri di case che si andranno a realizzare.

©RIPRODUZIONE RISERVATA