Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Terzo d’Aquileia Tibald replica all’opposizione: accuse strumentali

TERZO D’AQUILEIA. Botta e risposta dopo la visita dell’assessore regionale Mariagrazia Santoro. Il sindaco, Michele Tibald, replica alle dichiarazioni della minoranza. «Pare che l’opposizione abbia...

TERZO D’AQUILEIA. Botta e risposta dopo la visita dell’assessore regionale Mariagrazia Santoro. Il sindaco, Michele Tibald, replica alle dichiarazioni della minoranza. «Pare che l’opposizione abbia deciso di strumentalizzare ogni cosa per sostenere il no preconcetto al referendum sulla fusione – le parole del primo cittadino -. Capisco che per l’opposizione il fatto che l’amministrazione abbia affrontato la questione con tempestività ed efficacia sia un dispiacere. Evidentemente, agli intere ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TERZO D’AQUILEIA. Botta e risposta dopo la visita dell’assessore regionale Mariagrazia Santoro. Il sindaco, Michele Tibald, replica alle dichiarazioni della minoranza. «Pare che l’opposizione abbia deciso di strumentalizzare ogni cosa per sostenere il no preconcetto al referendum sulla fusione – le parole del primo cittadino -. Capisco che per l’opposizione il fatto che l’amministrazione abbia affrontato la questione con tempestività ed efficacia sia un dispiacere. Evidentemente, agli interessi dei bambini e delle famiglie, antepongono il tornaconto elettorale. Non mi aspettavo complimenti ma addirittura un attacco per aver portato l’assessore regionale a toccare con mano lo stato di viale XX settembre mi pare troppo. Oltre alle interpellanze, in questi anni l’opposizione non ha portato suggerimenti. O si trova il finanziamento specifico degli enti superiori o un Comune come il nostro non potrà mai affrontare un’opera come la riqualificazione di viale XX settembre. Abbiamo deciso di invitare i rappresentanti dei genitori e non i consiglieri perché i primi ci sembravo le persone più interessate alla questione. I bambini non sono stati coinvolti nella presentazione dei lavori». (e.m.)