Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Via i tralicci, arriva l’elettrodotto interrato

Terna smantellerà l’attuale linea da 132 mila volt che passa vicino a case e campo sportivo di Lovaria

PRADAMANO. Arriva tra Udine e Pradamano un elettrodotto interrato e, con esso, una serie di compensazioni per il territorio. A partire dallo smantellamento dell’attuale linea da 132 mila volt che passa vicino alle case e al campo sportivo di Lovaria, passando per la realizzazione delle infrastrutture per portare energia elettrica lungo via Cussignacco e fino al sottopassaggio di via Pertini.

Tutto grazie a un accordo che il sindaco Enrico Mossenta ha raggiunto con Terna spa, nell’ambito del p ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PRADAMANO. Arriva tra Udine e Pradamano un elettrodotto interrato e, con esso, una serie di compensazioni per il territorio. A partire dallo smantellamento dell’attuale linea da 132 mila volt che passa vicino alle case e al campo sportivo di Lovaria, passando per la realizzazione delle infrastrutture per portare energia elettrica lungo via Cussignacco e fino al sottopassaggio di via Pertini.

Tutto grazie a un accordo che il sindaco Enrico Mossenta ha raggiunto con Terna spa, nell’ambito del progetto di razionalizzazione associata all’elettrodotto da 380 mila volt “Udine Ovest–Redipuglia”.

Oggi Terna annuncia l’avvio del procedimento per la costruzione e l’esercizio dell’elettrodotto in cavo interrato a 132 mila volt “Cabina primaria Udine Sud – Udine Fs”, tra i Comuni di Udine e Pradamano. L’elettrodotto interrato correrà lungo la ferrovia, quindi nelle vicinanze di via Udine, la strada che collega il capoluogo friulano a Pradamano. Successivamente all’entrata in esercizio di questo elettrodotto, rende noto Terna, «sarà possibile smantellare l’elettrodotto aereo a 132 kV “Redipuglia Fs–Udine Fs”, lungo circa 29 chilometri. Parte di queste dismissioni riguarderanno proprio i Comuni interessati dal nuovo elettrodotto interrato: saranno smantellati circa 1,5 chilometri in Comune di Udine e quasi 4,5 a Pradamano. Gli altri Comuni interessati sono Buttrio, Manzano, San Giovanni al Natisone, Chiopris-Viscone, Medea, Romans d’Isonzo, Villesse, San Pier d’Isonzo, Fogliano Redipuglia. Complessivamente l’intervento comporterà lo smantellamento di 122 tralicci e porterà benefici a circa 300 edifici oggi collocati a 100 metri dalle linee che saranno demolite».

Inoltre, riguardo alla razionalizzazione associata all’elettrodotto “Udine Ovest–Redipuglia” è già stata conclusa la dismissione di 20 chilometri della linea “Udine Nord Est–Redipuglia” e in questi giorni, rende ancora noto Terna, sono iniziati i lavori per il secondo intervento, ovvero la dismissione di 47 chilometri dell’elettrodotto “Istrago–Meduna”. «La dismissione era un accordo preso con la precedente amministrazione – ricorda Mossenta – e quindi è una promessa che Terna mantiene. Rispetto a questo, però, abbiamo chiesto e ottenuto ulteriori impegni: Terna realizzerà le infrastrutture che permetteranno di illuminare via Cussignacco e di dotare di una pompa il sottopasso di via Pertini».

In entrambi i casi Terna si occuperà della realizzazione delle infrastrutture di rete.