Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Attesi 1.100 ciclisti per la 26esima Corsa per Haiti

CIVIDALE. Fervono i preparativi, a Cividale e nelle Valli del Natisone e del Torre, per la 26esima Corsa per Haiti, evento sportivo promosso dall’Asd Chiarcosso Help Haiti e in programma per domenica,...

CIVIDALE. Fervono i preparativi, a Cividale e nelle Valli del Natisone e del Torre, per la 26esima Corsa per Haiti, evento sportivo promosso dall’Asd Chiarcosso Help Haiti e in programma per domenica, con partenza e traguardo a Cividale, rispettivamente dal centro storico (alle 8.30) e in zona palasport di via Perusini in orario variabile a seconda delle prove.

Ben 141 i chilometri della sfida regina, la Granfondo (che presenta un dislivello complessivo di oltre 3.200 metri), 85 quella della ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

CIVIDALE. Fervono i preparativi, a Cividale e nelle Valli del Natisone e del Torre, per la 26esima Corsa per Haiti, evento sportivo promosso dall’Asd Chiarcosso Help Haiti e in programma per domenica, con partenza e traguardo a Cividale, rispettivamente dal centro storico (alle 8.30) e in zona palasport di via Perusini in orario variabile a seconda delle prove.

Ben 141 i chilometri della sfida regina, la Granfondo (che presenta un dislivello complessivo di oltre 3.200 metri), 85 quella della Mediofondo (1.800 metri di dislivello) e 77, infine, i chilometri della Cicloturistica: panorama frastagliato, insomma, in grado di soddisfare le ambizioni di ognuno degli oltre 1.100 ciclisti che sono attesi al via.

Presentata a Udine, nel palazzo della Regione, alla presenza di Cristiano Shaurli, di Enzo Cainero, patron delle tappe friulane del Giro d’Italia, dei sindaci di San Pietro al Natisone, Grimacco, Drenchia e Faedis e dell’assessore allo sport del Comune di Cividale, Giuseppe Ruolo, la Corsa per Haiti «impegnerà lungo il tracciato – ha spiegato il presidente dell’Asd, Sante Chiarcosso – oltre 200 volontari: fra loro anche una ventina di ragazzi rifugiati, inseriti nel progetto Sprar, che hanno accettato di aiutarci nel controllo della viabilità e nella sorveglianza dell’itinerario di gara».

Inserita tra i più importanti circuiti del ciclismo amatoriale (recente l’ingresso nel “Maglie nere” ), la Corsa per Haiti offrirà una preziosa ribalta alle vallate del Natisone e del Torre. Ma l’aspetto più significativo dell’evento è il nobile fine solidaristico che lo anima: obiettivo del progetto è infatti offrire un sostegno concreto al progetto “Bambine di strada” ad Haiti. (l.a.)