Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Morta a sette mesi periti a confronto il 6 giugno a Padova

TRIVIGNANO UDINESE. Ci sarà un confronto tra consulenti, da una parte quelli del pubblico ministero e dall’altra quello della difesa. È questa la novità e non di poco conto, per quanto riguarda il...

TRIVIGNANO UDINESE. Ci sarà un confronto tra consulenti, da una parte quelli del pubblico ministero e dall’altra quello della difesa. È questa la novità e non di poco conto, per quanto riguarda il procedimento davanti al gup del tribunale di Padova, Margherita Brunello, che deve decidere se mandare a processo il professor Giovanni Stellin. Avrebbe commesso una grave imprudenza nell’operazione al cuoricino di Natalia Merlo, bambina di non ancora sette mesi residente a Trivignano Udinese, util ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TRIVIGNANO UDINESE. Ci sarà un confronto tra consulenti, da una parte quelli del pubblico ministero e dall’altra quello della difesa. È questa la novità e non di poco conto, per quanto riguarda il procedimento davanti al gup del tribunale di Padova, Margherita Brunello, che deve decidere se mandare a processo il professor Giovanni Stellin. Avrebbe commesso una grave imprudenza nell’operazione al cuoricino di Natalia Merlo, bambina di non ancora sette mesi residente a Trivignano Udinese, utilizzando un segmento di vena autologa troppo ridotto e causando, dopo un’agonia di tre mesi, il suo decesso.

Sulla base di queste conclusioni, il pm Federica Baccagliani aveva chiesto il suo rinvio a giudizio. Ma ora è lo stesso sostituto procuratore che è venuto a conoscenza che l’imperizia del medico non sarebbe stata tale, come emerge dalla consulenza proprio della parte lesa. E ha chiesto il confronto fra periti che avverrà il 6 giugno prossimo. Il direttore della Cardiochirurgia pediatrica è imputato di omicidio colposo.

©RIPRODUZIONE RISERVATA.