Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La carica degli oratori: in 6 mila senza barriere

Le parrocchie cittadine aprono le porte alle altre religioni e agli atei In programma gite, soggiorni in montagna, ma anche pellegrinaggi

L’oratorio diventa multietnico, supera differenze linguistiche, razziali e anche religiose. Saranno circa seimila (ma la stima è per difetto) i ragazzi che quest’estate sceglieranno di ritrovarsi in parrocchia per conciliare sport, divertimento, compiti, percorsi di fede e occasioni di riflessione in 65 realtà parrocchiali o foraniali. Circa 200 le proposte che allieteranno l’estate diocesana grazie alla collaborazione di un migliaio di animatori. Alcune realtà sono imponenti, come quella di ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

L’oratorio diventa multietnico, supera differenze linguistiche, razziali e anche religiose. Saranno circa seimila (ma la stima è per difetto) i ragazzi che quest’estate sceglieranno di ritrovarsi in parrocchia per conciliare sport, divertimento, compiti, percorsi di fede e occasioni di riflessione in 65 realtà parrocchiali o foraniali. Circa 200 le proposte che allieteranno l’estate diocesana grazie alla collaborazione di un migliaio di animatori. Alcune realtà sono imponenti, come quella di Codroipo, il più grande oratorio parrocchiale della diocesi che può contare su 380 iscrizioni. Sarà il primo ad aprire i battenti, l’11 giugno, con una mini-esperienza chiamata “pre-EstateInsieme 2018”.

Numeri altrettanto consistenti a Pavia di Udine, dove si parte il 18 con tre Grest e al Bearzi di Udine, dove sono in programma 5 campeggi a Pierabech, 3 turni di Estate bambini e 4 settimane di Estate ragazzi.

In città si punta sull’inclusione sociale: a San Cromazio, dal 18 al 29 giugno una quarantina di bimbi delle elementari e ragazzi della prima media si ritroveranno intorno a una proposta cristiana all’interno di un oratorio «aperto a bimbi di qualsiasi religione o di famiglia atea».

A Sant’Osvaldo dal 18 giugno un centinaio di ragazzi saranno impegnati in momenti di storia, preghiera e laboratori intervallati da sfide tra squadre. All’oratorio del Redentore, che coinvolgerà fino a 200 ragazzi, ci si dividerà fra uscite al mare, campeggi in Svizzera e sfide sportive con pomeriggi dedicati all’arte, al teatro e alla musica. Paderno, con una quarantina di ragazzi dalla prima elementare alla terza media, è la new-entry tra gli oratori della città di Udine che a luglio campeggeranno in montagna a Mieli di Comeglians.

La parrocchia di Godia si animerà per due settimane a partire dal 30 luglio. Al Cristo un’ottantina di ragazzi svilupperanno il tema dell’amicizia dal 15 giugno fra rappresentazioni teatrali e tuffi in piscina.

Con San Marco si partirà il 22 agosto per i ragazzi dalla prima elementare alla seconda media, mentre al Carmine dal 18 al 29 giugno 80 intrepidi cercheranno di essere eroi per un giorno aiutando gli amici, la famiglia e i compagni di squadra.

Per molti ragazzi l’estate in oratorio sarà un’esperienza di fede, maturata anche attraverso pellegrinaggi, come quello che da Branco di Tavangacco si dirigerà al santuario di Ribis o come l’iniziativa programmata dalle parrocchie di Sutrio-Cercivento-Treppo Carnico-Ligosullo che propongono ai ragazzi delle medie e delle superiori inseriti nei gruppi del Vangelo un viaggio a Loppiano, luogo centrale della spiritualità del movimento dei Focolari, fondato da Chiara Lubich. Da Tolmezzo la proposta rivolta ai ragazzi delle medie e delle superiori è per due pellegrinaggi attraverso il cammino delle Pievi dal 20 al 26 agosto e dal 27 agosto al 2 settembre.

Da Basiliano (realtà che raduna 150 ragazzi) si rinnoverà il gemellaggio con l’oratorio di Cascia, in seguito al terremoto dell’anno scorso, mentre a Madrisio di Fagagna l’oratorio estivo sarà realizzato in sinergia con le associazioni del territorio.

Tante le esperienze innovative, come all’oratorio di Latisana che nei campi estivi in montagna mescolerà i ragazzi di diverse parrocchie in vista della futura Collaborazione pastorale (Ronchis, Latisana, Latisanotta, Gorgo, Pertegada, Fraforeano).

Oltre al divertimento, all’aggregazione e allo sport ci sarà anche la possibilità di tornare sui libri: gli oratori di Basiliano, Basaldella, Codroipo, Ronchis e Treppo Grande, infatti, hanno attivato anche una breve esperienza di fine estate, tra gli ultimi giorni di agosto e i primi di settembre per proporre attività di aiuto nello studio o nei compiti delle vacanze, oltre che di ritrovo dei bambini dopo le vacanze agostane.

©RIPRODUZIONE RISERVATA