Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Il caso delle fioriere a Tolmezzo, cittadini divisi sulle nuove panchine

Il nuovo arredo urbano piace a molti ma non convince del tutto.Il sindaco Brollo: ci stiamo confrontando su quali scegliere. E a voi piace? Dite la vostra con il nostro sondaggio

TOLMEZZO. Le fioriere per piazza XX Settembre sono arrivate e da venerdì sono al loro posto a delimitare la piazza, ma scatenano sul web le polemiche di chi le trova pericolose, dato che ognuna di esse per metà è anche panchina, seppur rivolta verso l’interno della piazza. La giunta comunale sta già pensando a collocare dei manufatti che facciano da ostacolo al parcheggio selvaggio lato strada e che potranno fungere da ulteriore protezione.

Le fioriere sono sei, a tronco di cono, in metallo e ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TOLMEZZO. Le fioriere per piazza XX Settembre sono arrivate e da venerdì sono al loro posto a delimitare la piazza, ma scatenano sul web le polemiche di chi le trova pericolose, dato che ognuna di esse per metà è anche panchina, seppur rivolta verso l’interno della piazza. La giunta comunale sta già pensando a collocare dei manufatti che facciano da ostacolo al parcheggio selvaggio lato strada e che potranno fungere da ulteriore protezione.

Le fioriere sono sei, a tronco di cono, in metallo e per metà presentano una seduta in legno. Esteticamente, come sempre accade per le novità, molti quelle fioriere le hanno amate al primo colpo d’occhio, trovandole innovative e azzeccate, e al contempo altrettanti le hanno bocciate come inadatte.

Le critiche maggiori tuttavia riguardano soprattutto il fatto che i dissuasori siano stati collocati più internamente delle fioriere-panchine, che quindi sarebbero troppo esposte sulla strada e perciò non sicure.

Il sindaco, Francesco Brollo, sul suo profilo Facebook, rileva che quelle non sono le vere panchine della piazza, che arriveranno in seguito: «Queste – spiega – sono fioriere con posti a sedere, che sono rivolti solo verso la piazza, non verso la strada. Strada che peraltro di fronte ha sedie affacciate a filo strada» fa notare, riferendosi evidentemente al Caffè Manzoni che ogni estate accoglie i suoi clienti nei suoi ambiti tavolini esterni su una specie di pedana in legno che confina proprio con la strada. « Abbiamo ragionato così – argomenta Brollo – volendo prendere le fioriere, già che c’eravamo, abbiamo optato per un modello che oltre che gradevole fosse anche utile alle persone, con una parte da usare come sedute». Le piante saranno collocate nelle fioriere in settimana, spiega la vicesindaco Simona Scarsini, che conferma che la scelta sulle vere panchine della piazza è in corso.

«Questa settimana – afferma - credo che arriveremo a una decisione». Come si ricorderà nei mesi scorsi le sinuose panchine disegnate dall’architetta e designer irachena Zaha Hadid erano state cassate da molti tolmezzini sul web e da allora la giunta si era presa una pausa di riflessione, ora alle battute finali. Quanto al confine tra piazza e viabilità le aggiunte non sono finite con le fioriere. «Stiamo pensando – svela Scarsini -a inserire in seguito un manufatto che funga da ostacolo al parcheggio selvaggio».


Sulla piazza intanto ha fatto la sua comparsa un nuovo elemento, un gazebo che il Caffè Linussio ha collocato al suo esterno: è il primo che rispetta le caratteristiche per i nuovi gazebi introdotte dal Comune due anni fa con la variante sul centro storico.

AVVERTENZA

Questo sondaggio non ha, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di una rilevazione aperta a tutti, non basata su un campione elaborato scientificamente. Ha quindi l’unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione su un tema di attualità.