Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Piccoli camminatori crescono: ecco Bimbi Trekking, la guida a prova di bambino

La copertina del libro Bimbi Trekking (foto da pagina Facebook CamminaBimbi)

Il volume, edito da Odos libreria editrice, propone 31 itinerari nelle Alpi e Prealipi Carniche e Giulie. Grazie alla mappa interattiva è possibile scoprire come raggiungere le cime con i più piccoli

UDINE. Zaino in spalla, bambini di pochi anni nel marsupio, gli amanti della montagna iniziano a salire verso gli stavoli di Orias. Lasciata Truia, la piccola frazione di Prato Carnico in una ventina di minuti la famiglia tipo si trova di fronte a un borgo medievale di rara bellezza. Sapendo di affrontare un dislivello maggiore, la stessa famiglia arriva anche sul Matajur. L’impresa è più ardua quando vuole raggiungere la cima con il passeggino da sterrato lungo sentieri ripidi o inadatti al ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

UDINE. Zaino in spalla, bambini di pochi anni nel marsupio, gli amanti della montagna iniziano a salire verso gli stavoli di Orias. Lasciata Truia, la piccola frazione di Prato Carnico in una ventina di minuti la famiglia tipo si trova di fronte a un borgo medievale di rara bellezza. Sapendo di affrontare un dislivello maggiore, la stessa famiglia arriva anche sul Matajur. L’impresa è più ardua quando vuole raggiungere la cima con il passeggino da sterrato lungo sentieri ripidi o inadatti alle quattro ruote.


Una guida pensata per i più piccoli scioglie tutti i dubbi. La giornalista Erica Beltrame, il medico Sara Baroselli e l’istruttrice fitness Francesca Tosolini, tutte tre amanti dei paesaggi mozzafiato che invogliano alla camminata, la propongono dopo aver sperimentato in prima persona il piacere di arrivare in rifugio con figli e figlie al seguito. Assieme hanno “conquistato” le cime friulane, annotato le distanze e descritto pregi e difetti nella guida “Bimbi Trekking” pubblicata dalla libreria editrice Odos.

Tutto è iniziato quasi per gioco. Unite dalla stessa passione, le tre mamme prima hanno condiviso le loro impressioni nella pagina Facebook “Cammina bimbi” per poi decidere di raccontare le loro gite in una guida. «Il nostro obiettivo – spiega Erica Beltrame – è fornire spunti alle famiglie che, nel tempo, ci seguono». Il passo successivo non si è fatto attendere: le tre mamme hanno costituito l’associazione che porta lo stesso nome della pagina Facebook e ora organizzano gite a misura di famiglie in tutto il Friuli e pure oltre confine.

In ogni luogo i bambini vengono coinvolti in attività di laboratorio per invogliarli a conoscere la natura, le malghe e le attività legate alla trasformazione dei prodotti tipici locali. Sul Montasio, ma questo è solo un esempio, i piccoli hanno “imparato” a fare il formaggio grazie alla collaborazione dei gestori delle malghe che resta massima.

Proposta in questo modo, la gita viene vissuta da tutti come un gioco. Nessuno si ferma, la fatica non viene avvertita e tutti seguono il gruppo. Alle volte sono le mamme e i papà a osservare con insistenza il cielo: temono di essere sorpresi dalla pioggia e di perdere il sentiero. Ma anche in questi casi prevale la dinamica di gruppo. «Proponiamo percorsi facili – assicura Beltrame – adatti ai bambini da tre a sei anni». Senza computer e videogiochi vivono esperienze indimenticabili.

Bimbi Trekking è la prima guida escursionistica dedicata alla scoperta della montagna con i bambini. Propone 31 itinerari lungo i pendii delle Prealpi, delle Alpi Carniche e delle Giulie che noi riproponiamo online in una mappa interattiva.



Basta cliccare sulle diverse località per scoprire come e con quale attrezzatura affrontare la camminata con i più piccoli. Per ogni percorso sono segnalati tempo di percorrenza, dislivello, stagione consigliate e a chi proporre la gita