Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Si perdono di notte sui monti: soccorse nove ragazze belghe

Avventura a lieto fine per le giovani straniere che si erano perse nei boschi Erano partite nella mattinata per raggiungere il Lussari

TARVISIO

Avventura a lieto fine per otto ragazze belghe di 14 anni e la loro istruttrice che a causa anche di un violento temporale s’erano perse nella notte fra giovedì e ieri nei boschi della Val Dogna, sulle Alpi Giulie.

L’allarme è scattato alle 20.30 e il salvataggio si è concluso nella motte di ieri con il recupero delle ragazze e della loro accompagnatrice, una 25enne anch’essa belga, che hanno potuto essere rifocillate al rifugio Fratelli Grego, dopo ore di apprensione per la loro ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TARVISIO

Avventura a lieto fine per otto ragazze belghe di 14 anni e la loro istruttrice che a causa anche di un violento temporale s’erano perse nella notte fra giovedì e ieri nei boschi della Val Dogna, sulle Alpi Giulie.

L’allarme è scattato alle 20.30 e il salvataggio si è concluso nella motte di ieri con il recupero delle ragazze e della loro accompagnatrice, una 25enne anch’essa belga, che hanno potuto essere rifocillate al rifugio Fratelli Grego, dopo ore di apprensione per la loro incolumità.

L’operazione di soccorso condotta dai tecnici della Stazione del Cnsas di Cave del Predil guidati dal reposnsabile Luca Onofrio con i quali hanno collaborato anche i militari della Guardia di Finanza del Sagf di Sella Nevea, è scattata in seguito alla richiesta di aiuto arrivata al numero unico di emergenza. All’operatore le ragazze (che erano partite alle 10 del mattino dalla Val Dogna per recarsi al Santuario del monte Lussari percorrendo una delle tappe della via Celeste) hanno raccontato d’essersi perse e di trovarsi nei pressi di un lago. In effetti a Sella Sompdogna vi è un laghetto alpino ed appunto, in seguito alla segnalazione, Onofrio ha provveduto anche per accellerare i tempi del soccorso, ad inviare sul luogo il gestore del rifugio Grego, Renato Ben. Ma questi, arrivato sul posto non ha trovato traccia del gruppo.

Ricontattate le giovani escursioniste, con le difficoltà di connessione dovute alla scarsa copertura di rete telefonica, i tecnici del Cnsas sono riusciti a individuare l’esatta posizione del gruppo ovvero il sentiero 640 che porta al Bivacco Cai Cividale a ovest del Cimone e del Montasio, a circa 1.250 metri di altitudine. Per soccorrere la comitiva, si sono messi in moto quattordici tecnici della stazione di Cave del Predil, il medico e i tecnici della Sagf. Tramite servizio Sms Locator dalla centrale di Torino e tramite l’individuazione di un altro cellulare, si è riusciti a circoscrivere meglio l’area della ricerca. Le operazioni di ricerca e soccorso, rallentate da un forte temporale, sono purtroppo durate ore, fino all’accompagnamento delle ragazze e della loro accompagnatrice al rifugio Grego. —