Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Teresa e il segreto dei 104 anni «Non aver paura di stancarsi»

Teresa Cois oggi è ospite della casa famiglia a Campeglio di Faedis ma è originaria di Porzus dove ha sempre vissuto

ATTIMIS

«Lavoro, pazienza e non avere paura di stancarsi». Così, mentre festeggiava il bel traguardo dei suoi 104 anni, Teresa Cois ha risposto a chi le ha chiesto il segreto della sua longevità.

Teresa è oggi ospite della casa famiglia a Campeglio di Faedis, ma è originaria di Porzus di Attimis, paese montano dove è nata e dove è sempre vissuta, occupandosi della famiglia, della casa, dei campi e della stalla, salvo una breve esperienza di lavoro all’estero, da emigrante. La famiglia di orig ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

ATTIMIS

«Lavoro, pazienza e non avere paura di stancarsi». Così, mentre festeggiava il bel traguardo dei suoi 104 anni, Teresa Cois ha risposto a chi le ha chiesto il segreto della sua longevità.

Teresa è oggi ospite della casa famiglia a Campeglio di Faedis, ma è originaria di Porzus di Attimis, paese montano dove è nata e dove è sempre vissuta, occupandosi della famiglia, della casa, dei campi e della stalla, salvo una breve esperienza di lavoro all’estero, da emigrante. La famiglia di origine di Teresa era composta da tre sorelle e un fratello, la donna aveva poi formato la sua famiglia, sposando Giuseppe Piputto: la coppia ha avuto un figlio, Tarcisio. Teresa è vedova, ma oggi ha la gioia di essere bisnonna di una bambina di tre anni.

La 104enne è una persona molto religiosa e molto attaccata al suo paese, Porzus, dove ha vissuto fino a oltre i novant’anni e d’estate non manca mai di informarsi su quali famiglie di emigranti siano rientrate in paese per le ferie. In questo periodo, pur non essendole ormai possibile partecipare, si fa poi raccontare dal figlio, che è tra i soci fondatori e componente molto attivo della Pro loco “Amici di Porzus”, tutto sull’organizzazione della tradizionale Festa della Meda, che si svolgerà l’11, 12 e 15 agosto. Proprio il giorno di Ferragosto è in programma l’evento più atteso in paese: la tradizionale gara della meda.

Nonostante fosse già anziana, Teresa aveva collaborato alle primissime edizioni della festa, negli anni Novanta, preparando la polenta. «Nei primi anni – ha testimoniato il figlio Tarcisio –, si faceva la polenta in casa e la si cucinava poi assieme, alla griglia».

Al suo compleanno, che ha festeggiato il 18 luglio circondata da familiari, parenti e amici, hanno partecipato anche il vicesindaco di Attimis, Ennio del Fabbro, con l’assessore Barbara Poiana e il vicesindaco di Faedis, Gilda Spollero. «Siamo rimasti tutti a bocca aperta – ci ha raccontato Spollero – vedendo che la signora Teresa leggeva i biglietti della piccola “caccia al tesoro” organizzata per l’occasione. Senza bisogno di occhiali». —