Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Comune senza organico rivisita l’organizzazione accorpando alcune aree

LATISANANuova struttura organizzativa per il Comune di Latisana. Ridotte da sette a sei le aree operative, con la novità dell’accorpamento del settore produttivo all’urbanistica, mentre la...

LATISANA

Nuova struttura organizzativa per il Comune di Latisana. Ridotte da sette a sei le aree operative, con la novità dell’accorpamento del settore produttivo all’urbanistica, mentre la promozione turistica e il settore demografico entrano nell’area degli affari generali. Per le politiche di sviluppo del territorio nasce il settore del patrimonio e i servizi informatici e il personale passano sotto la gestione diretta del segretario generale.

«Una rivisitazione della struttura organizzati ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

LATISANA

Nuova struttura organizzativa per il Comune di Latisana. Ridotte da sette a sei le aree operative, con la novità dell’accorpamento del settore produttivo all’urbanistica, mentre la promozione turistica e il settore demografico entrano nell’area degli affari generali. Per le politiche di sviluppo del territorio nasce il settore del patrimonio e i servizi informatici e il personale passano sotto la gestione diretta del segretario generale.

«Una rivisitazione della struttura organizzativa dettata dalla necessità di imprimere maggiore efficienza, economicità e razionalizzazione all’azione amministrativa – spiega il sindaco, Daniele Galizio – anche in vista delle prossime convenzioni con i Comuni di Ronchis e Muzzana del Turgnano, per la gestione delle aree economica, tecnica e amministrativa, delle quali Latisana sarà l’ente capofila». «Ancora una volta questa amministrazione comunale ha agito d’imperio senza il minimo coinvolgimento dell’organo istituzionale rappresentativo dell'intera comunità, il consiglio comunale e di fatto depotenziando il ruolo di Latisana – commentano i capigruppo del centro destra, Sandro Vignotto (Forza Italia), Lorenzo Petiziol (Lega), Lanfranco Sette (Fratelli d’Italia) ed Ezio Simonin (Il Ponte) – è vero che si tratta di un’operazione dì competenza della Giunta però ci saremmo aspettati almeno una comunicazione nel corso dell’ultima seduta del consiglio. Invece nulla. L’intera opposizione – e forse non solo l’opposizione- ha appreso dal sito internet del comune della rivoluzione interna, messa in atto accorpando ed eliminando aree operative e comunque creando un certo malumore fra il personale». —