Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

La Rassegna dell’artigianato partner del museo Gortani

Arriva dal Comitato di Socchieve la proposta per rivitalizzare la struttura Il presidente Giorgio Geatti: «Possiamo condividere il progetto sui tessuti»

TOLMEZZO

Da Socchieve arriva una proposta per rivitalizzare il Museo carnico abbinandolo sul tessile alla Rassegna carnica dell’artigianato, che si svolge ogni estate nel paese della Val Tagliamento e che, da sola, in un mese l’anno (da fine luglio a fine agosto) attira un migliaio di visitatori. Proprio in questa edizione, che merita una visita, la Rassegna carnica ha saputo innovarsi legando l’artigianato al design. Il presidente del Comitato “Gianfrancesco da Tolmezzo” di Socchieve, Giorg ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TOLMEZZO

Da Socchieve arriva una proposta per rivitalizzare il Museo carnico abbinandolo sul tessile alla Rassegna carnica dell’artigianato, che si svolge ogni estate nel paese della Val Tagliamento e che, da sola, in un mese l’anno (da fine luglio a fine agosto) attira un migliaio di visitatori. Proprio in questa edizione, che merita una visita, la Rassegna carnica ha saputo innovarsi legando l’artigianato al design. Il presidente del Comitato “Gianfrancesco da Tolmezzo” di Socchieve, Giorgio Geatti, spiega di aver seguito con preoccupazione le vicende del Museo Gortani, scrigno delle tradizioni carniche.

«Molto interessanti –osserva– le proposte del sindaco di Tolmezzo, Francesco Brollo, alle quali vorremmo aggiungere anche la nostra. Il Comitato “Gianfrancesco da Tolmezzo” organizza da 40 anni la Rassegna carnica dell’artigianato, sottotitolata non a caso “il futuro della tradizione” . Quest’anno l’impostazione della rassegna è cambiata: ferma la valorizzazione delle attività artigianali del nostro territorio, abbiamo voluto “spingere sull’acceleratore” e promuovere l’artigianato eccellente, quello che al “saper fare” unisce un orizzonte più lontano, uno sguardo ai mercati globali, al futuro delle nostre imprese che necessitano di professionisti che si rivolgono ai consumatori che amano il bello: tavoli, sedie, tessuti, oggetti dalle lavorazioni uniche. Questi professionisti sono i designer, gli architetti, professionisti che ascoltano il consumatore, progettano il tavolo dei loro desideri e lo realizzano in collaborazione con i nostri eccellenti artigiani. Cosa c’entra tutto ciò con la crisi del Museo Gortani? Il sindaco di Tolmezzo propone di realizzare “un’importante mostra ogni anno per attrarre nuovi visitatori”. Concordiamo, con una variante innovativa che già proponiamo per il 2019: una mostra sui tessuti “storici” al Museo Gortani (che li conserva) e una “Rassegna carnica” (a Socchieve) dove esporre il futuro, cioè le aziende carniche che producono e lavorano i tessuti della nostra tradizione, elaborati in chiave moderna. Ciò per dare “fiato” anche all’economia, al lavoro dei nostri appassionati artigiani e dei loro collaboratori. Ma non solo: come quest’anno alla “rassegna” di Socchieve, abbiamo invitato gli studenti dell’Isis Solari di Tolmezzo e gli universitari dell’Isia Roma Design, che hanno progettato una panca e un appendiabiti (realizzati, poi, dagli artigiani carnici del legno Rossitti e De Stalis), così potremmo condividere il progetto “tessuti” con le Scuole, dialogando con gli insegnanti e i giovani, per fa nascere nuove collaborazioni e contaminazioni di grande interesse (anche economico) con i “nostri” tessitori. Vorremmo, dunque, creare una palpabile connessione tra la cultura e l’artigianato d’eccellenza, laddove tradizione, tecnica artigiana e innovazione possono diventare componenti indissolubili che portano a definire nuovi orizzonti. Noi siamo pronti». —