Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Si rompono le tubature: acqua per le strade e a Ludaria è protesta

rigolatoUna rottura alle tubature dell’acquedotto che serve la frazione di Ludaria e i residenti arrabbiare i residenti. «Da 15 giorni - fanno sapere gli abitanti della frazione - le strade della...

rigolato

Una rottura alle tubature dell’acquedotto che serve la frazione di Ludaria e i residenti arrabbiare i residenti. «Da 15 giorni - fanno sapere gli abitanti della frazione - le strade della frazione sono invase dall’acqua proveniente da una perdita dell’acquedotto».

Per questo si sono rivolti al Comune, ma non hanno ricevuto soddisfazione, anche perché il servizio non è più gestito dall’ente locale, ma fa capo a Cafc. «Abbiamo telefonato al Cafc - riferiscono ancora i residenti – ma l ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

rigolato

Una rottura alle tubature dell’acquedotto che serve la frazione di Ludaria e i residenti arrabbiare i residenti. «Da 15 giorni - fanno sapere gli abitanti della frazione - le strade della frazione sono invase dall’acqua proveniente da una perdita dell’acquedotto».

Per questo si sono rivolti al Comune, ma non hanno ricevuto soddisfazione, anche perché il servizio non è più gestito dall’ente locale, ma fa capo a Cafc. «Abbiamo telefonato al Cafc - riferiscono ancora i residenti – ma l’azienda ci ha risposto che vi è carenza di personale anche in vista delle giornate festive agostane».

Nel frattempo, però, sono arrivate le bollette dell’acqua «sempre più salate, ma sempre con maggiori disagi al servizio». L’acqua, fanno sapere i residenti, corre per le strade e invade giardini e abitazioni che si trovano più a valle rispetto alla perdita. Non si segnalano problemi, ad ogni buon conto, alla distribuzione idrica nelle abitazioni del paese che in questo momento sono frequentate anche da tanti emigranti provenienti pure dall’estero, Belgio e Francia in particolare, per le vacanze estive.

«Cafc – proseguono gli abitanti della frazione - dice di non avere personale disponibile per questa emergenza, ma le bollette arrivano regolari e guai a pagarle in ritardo». Bollette con tariffe aumentate, rispetto agli altri annui, ben oltre il tasso di inflazione, quasi del 10 per cento.

«A questi aumenti, però, non corrisponde un adeguato aumento dell’efficienza del servizio. In un momento in cui si parla tanto di non sprecare questo bene prezioso che è l’acqua, la si lascia scorrere per le vie del paese» osservano gli utenti. E c’è chi teme che queste perdite di acqua possano trasformarsi in ulteriori aumenti delle bollette alle famiglie per compensare eventuali mancati incassi. —