Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Lignano, roulotte nel parco giochi incendiata per rappresaglia

Danneggiata anche un’automobile: indagano i carabinieri. Ferito lievemente un uomo, il fumo visibile a chilometri di distanza

LIGNANO. Una roulotte divorata dalle fiamme. E una Mercedes classe A seriamente danneggiata. È il bilancio del violento incendio - doloso, secondo una prima ricostruzione degli investigatori - che è scoppiato poco dopo le 18 di giovedì 23 agosto a Lignano, nell’area del parcheggio del Luna Park Strabilia, in viale Europa, in quel momento chiuso.

Si tratterebbe di un regolamento di conti, degenerato fino all’atto di rappresaglia e anticipato, come riferito da alcuni testimoni, anche da un paio ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

LIGNANO. Una roulotte divorata dalle fiamme. E una Mercedes classe A seriamente danneggiata. È il bilancio del violento incendio - doloso, secondo una prima ricostruzione degli investigatori - che è scoppiato poco dopo le 18 di giovedì 23 agosto a Lignano, nell’area del parcheggio del Luna Park Strabilia, in viale Europa, in quel momento chiuso.

Si tratterebbe di un regolamento di conti, degenerato fino all’atto di rappresaglia e anticipato, come riferito da alcuni testimoni, anche da un paio di colpi di pistola: la casa su ruote, di proprietà di una famiglia di giostrai, è stata incendiata e chi ha appiccato il fuoco ha utilizzato del liquido accelerante per essere certo di centrare l’obiettivo.

Una colonna di fumo nero e denso si è levata al cielo ed era visibile fino a Latisana: decine le chiamate al centralino dei vigili del fuoco, che hanno inviato sul posto quattro mezzi con squadre di volontari dei distaccamenti di Lignano, Latisana e Codroipo, in parte ancora impegnate nella bonifica dell’incendio scoppiato all’ex casello di Ronchis, oggi sede degli uffici del cantiere per la realizzazione della Terza corsia.

Per precauzione, subito dopo l’allarme, sono state inviate a Lignano tre ambulanze e si è alzato in volo anche l’elicottero del 118: fortunatamente nessuno è rimasto intossicato. Un ferito ha invece rifiutato le cure.

I carabinieri della stazione di Lignano, intervenuti sul posto assieme alla Polizia locale, indagano sul caso, cercando di risalire ai responsabili dell’atto intimidatorio.