Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Scambio treno-bici più facile a Boscoverde con la nuova viabilità

Completati i lavori per migliorare l’accessibilità all’area E adesso il Comune punta a potenziare la pista ciclabile

TARVISIO

Sono stati completati i lavori per migliorare l’intermodalità e l’accessibilità bici-treno, a Boscoverde, con la riqualificazione delle aree vicine alla stazione ferroviaria prospiciente la pista ciclabile. Gli interventi eseguiti dall’impresa Ises srl di Nimis, su progettazione dell’area tecnica comunale, sono stati sostenuti da un finanziamento regionale di 80 mila euro.

Via Bamberga, dunque, può essere utilizzata dalle auto degli abitanti della zona e dai cicloturisti che percorro ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

TARVISIO

Sono stati completati i lavori per migliorare l’intermodalità e l’accessibilità bici-treno, a Boscoverde, con la riqualificazione delle aree vicine alla stazione ferroviaria prospiciente la pista ciclabile. Gli interventi eseguiti dall’impresa Ises srl di Nimis, su progettazione dell’area tecnica comunale, sono stati sostenuti da un finanziamento regionale di 80 mila euro.

Via Bamberga, dunque, può essere utilizzata dalle auto degli abitanti della zona e dai cicloturisti che percorrono la tratta che conduce a Fusine e al valico con la Slovenia (e viceversa), oppure, quelli che dalla stazione ferroviaria (dove arrivano giornalmente da Trieste e dal Friuli) si spostano in direzione di Tarvisio Centrale, per immettersi sulla ciclabile Alpe Adria e dirigersi verso l’Austria, oppure scendere la Valcanale e Canal del Ferro percorrendo la ciclabile realizzata sul sedime dell’ex ferrovia Pontebbana.

Per il sindaco Renzo Zanette, il completamento dell’opera ha dato funzionalità allo snodo nevralgico di via Bamberga nel sistema delle ciclabili. All’uscita del sottopasso della stazione, c’è anche un parcheggio per le auto. I lavori hanno interessato la strada di proprietà comunale dall’uscita del ponte del diavolo fino all’imbocco della ciclabile con la statale 54. È stata anche ricavata un’area di sosta con la posa di due gruppi di panche con tavolo per il ristoro. Le soluzioni adottate agevoleranno anche la manovra dei mezzi di sgombero neve durante la stagione invernale.

Ora l’amministrazione comunale punta a eliminare l’annosa problematica della promiscuità della strada della frazione di Coccau che deve servire alle auto e ai ciclisti che arrivano sulla ciclabile Alpe Adria dall’Austria. Il progetto per la trasformazione in pista ciclabile del tratto (venendo dal confine) dell’ex ferrovia compreso tra la zona dell’ex caserma Meloni e quella oltre la galleria che porta all’ex stazione di Tarvisio centrale, è pronto da diversi anni in attesa di finanziamento. E cioè di un investimento di 1,4 milioni di euro, che consentirebbe alla ciclabile di percorrere anche uno spettacolare ponte ferroviario in ferro. Nei giorni scorsi il progetto è stato illustrato dal sindaco e dall’assessore Mauro Zamolo all’assessore regionale alle infrastrutture, Graziano Pizzimenti, in visita a Tarvisio. —