Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Ladri al campo sportivo, continua l’emergenza nel Medio Friuli

Ennesimo episodio criminoso in pochi giorni: rubati materiali e danni alle porte. Il sindaco Donati: brutta azione contro il Comune e i cento ragazzi dell’As calcio

Ladri-vandali in azione, non rientra l’emergenza micro-criminalità nel Sedeglianese.

Ultimo capitolo di una lunga serie di episodi è stato il furto con scasso avvenuto negli spogliatoi della sede dell’Associazione sportiva sedeglianese, che si trova in aperta campagna, a ridosso del campo di calcio di Rivis, a ridosso della zona in cui domenica sono stati arrestati tre romeni.

Il furto di palloni e di scarpe è avvenuto giovedì scorso, il danneggiamento di quattro porte lunedì.

Il bilancio di fa ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Ladri-vandali in azione, non rientra l’emergenza micro-criminalità nel Sedeglianese.

Ultimo capitolo di una lunga serie di episodi è stato il furto con scasso avvenuto negli spogliatoi della sede dell’Associazione sportiva sedeglianese, che si trova in aperta campagna, a ridosso del campo di calcio di Rivis, a ridosso della zona in cui domenica sono stati arrestati tre romeni.

Il furto di palloni e di scarpe è avvenuto giovedì scorso, il danneggiamento di quattro porte lunedì.

Il bilancio di fatti criminosi si fa piuttosto preoccupante, dunque, più di uno al giorno in quest’ultima settimana nel territorio comunale con sei furti, oltre a uno tentato e poi sventato in pieno giorno, e quattro arresti di cittadini stranieri.

Domenica i carabinieri hanno arrestato tre malviventi nella zona tra Rivis e Turrida, lunedì sera se ne è aggiunto un altro, sempre di un romeno, come gli altri. Nell’occasione recuperato dai carabinieri un furgone rubato ad Artegna.

A ciò si aggiungono sei furti: un furgone, poi recuperato, un’autovettura, tre motocoltivatori, e, l’ultimo in ordine di tempo, dagli spogliatoi del campo sportivo rubate scarpe, palloni e fracassate quattro porte.

Ed è proprio quest’ultimo episodio che è stato considerato dal sindaco Ivan Donati come «un bruttissimo messaggio, una brutta azione fatta ai danni di una associazione e di ragazzi che vogliono praticare lo sport. Lo spogliatoio è nuovo. Abbiamo investito 80 mila euro per i 100 ragazzi dell’Associazione calcio che lo frequentano. Ora dobbiamo sostituire quattro porte e spendere migliaia di euro. Abbiamo sporto denuncia insieme all’As calcio, in collaborazione con la polizia municipale».

«Se anche il campo di calcio deve essere messo in videosorveglianza siamo proprio ai limiti – commenta amareggiato il sindaco Donati –. Sono davvero dispiaciuto e colpito di quanto accaduto perché si vanno a danneggiare strutture dedicate ai ragazzi. Ringrazio i carabinieri e la polizia municipale per quanto stanno facendo. Al di là del danno vero e proprio è il messaggio che passa ai cittadini, che si devono dotare di strumenti adatti a sorvegliare eventuali intrusioni. In relazione a questo stiamo valutando di sistemare telecamere anche in queste strutture».

«Non escluderei – aggiunge Donati – un collegamento con quanto avvenuto domenica scorsa. Mi spiace molto anche per tutta la comunità per i danni e la preoccupazione che ne consegue. Di concerto con la Polizia municipale aumenteremo il presidio sul territorio e la visibilità degli agenti. Come Uti del Medio Friuli, invece, stiamo procedendo con un incarico a personale amministrativo per seguire le pratiche burocratiche aumentando così il tempo dedicato al controllo delle strade e del territorio da parte dei vigili».

«Speriamo – conclude il sindaco Ivan Donati – che con queste azioni e soprattutto con il coordinamento della stazione dei carabinieri di Codroipo, che ringrazio nuovamente, si possa evitare il ripetersi di tutti questi tristi episodi».