Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Emergenza presidi, il 67% ha due scuole: da Trieste arriva il soccorso a Udine

Record della dirigente Tiziana D’Agaro che guiderà ben tre istituti: titolare a Tolmezzo e supplente a Trasaghis e Paluzza

UDINE. Il 67 per cento dei dirigenti scolastici in servizio in Friuli Venezia Giulia è costretto al doppio incarico. Vale a dire che oltre alla scuola di titolarità, per l’anno scolastico 2018/2019, quasi sette presidi su dieci devono sobbarcarsi anche un altro istituto. E c’è chi deve gestire persino tre scuole, è il caso della dirigente Tiziana D’Agaro che con tutta probabilità non sarà l’unica della regione a restare in questa situazione, poiché per motivi tecnici a Udine restano ancora d ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

UDINE. Il 67 per cento dei dirigenti scolastici in servizio in Friuli Venezia Giulia è costretto al doppio incarico. Vale a dire che oltre alla scuola di titolarità, per l’anno scolastico 2018/2019, quasi sette presidi su dieci devono sobbarcarsi anche un altro istituto. E c’è chi deve gestire persino tre scuole, è il caso della dirigente Tiziana D’Agaro che con tutta probabilità non sarà l’unica della regione a restare in questa situazione, poiché per motivi tecnici a Udine restano ancora due scuole da affidare in reggenza.

È tutto scritto nel decreto firmato ieri dal direttore dell’Ufficio scolastico regionale Igor Giacomini. Documento con più di una sorpresa perché, a farsi carico di questa che è una vera e propria emergenza, in particolare per Udine, saranno i presidi di Trieste, chiamati a tappare le falle friulane. Lo sguardo completo sulla scuola del Friuli Venezia Giulia restituisce un panorama di 176 istituti, di cui cinque sottodimensionati (vale a dire che non hanno diritto a un preside titolare poiché il numero di alunni resta sotto una determinata soglia).

Di questi, 71 vanno a reggenza – compresi qui i sottodimensionati –, con 21 nomine d’ufficio (il dirigente scolastico, per contratto, non può sottrarsi alla chiamata dell’Usr). Le supplenze dei presidi sono 32 in provincia di Udine (due le scuole sottodimensionate, i Comprensivi di Arta e Paularo e il Dante Alighieri di San Pietro al Natisone, dodici le nomine d’ufficio), 19 nel Pordenonese (due le scuole sottodimensionate e cinque le chiamate dell’Usr), 15 nell’Isontino (un istituto è sottodimensionato e sono quattro le nomine d’ufficio), più cinque a Trieste (due di queste nelle scuole con lingua di insegnamento slovena).

Scendendo nel dettaglio, Tiziana D’Agaro è la dirigente con il maggior numero di incarichi in Friuli Venezia Giulia (le cede il primato Rossella Rizzatto, che mantiene la titolarità al liceo Sello e somma una reggenza in provincia di Gorizia per motivi personali, all’Isis Galilei). D’Agaro somma dunque la sede di titolarità a Tolmezzo con due reggenze: una al comprensivo di Trasaghis e l’altra al Matiz di Paluzza.

Udine è la provincia più sotto pressione e l’aiuto arriva da Trieste. Le presidi triestine Fabia Dell’Antonia e Carmela Testa andranno rispettivamente al comprensivo Università castrense di San Giorgio di Nogaro (nomina d’ufficio) e a Palmanova. A Udine l’ambito e storico liceo classico Stellini è stato assegnato ad Annamaria Zilli (Stringher), dopo la reggenza del passato anno scolastico affidata a Gabriella Zanocco. Non una fatica in meno però per la dirigente del Percoto: anzi, tolto lo Stellini, è chiamata ora ad ambientarsi al comprensivo di Pozzuolo. Udine sconta anche un’altra particolarità.

Per ragioni burocratiche non compaiono nel decreto altre due scuole che andranno a reggenza tra qualche settimana, vale a dire il Quarto comprensivo della città e la scuola di Pagnacco. Entrambi, infatti, sono affidati a dirigenti distaccati all’università, Del Bianco e Cherubini. Infine, vivrà a cavallo del Tagliamento Carla Cozzi, titolare al Manzini di San Daniele e reggente al comprensivo di Travesio.