Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Le penne nere del “Tolmezzo” si ritrovano per il primo raduno

Due giorni di festeggiamenti per i 110 anni dalla fondazione del battaglione Sono attese migliaia di alpini. Alla caserma Feruglio sarà eretto un monumento





C’è chi ha già prenotato una stanza, chi si prepara a dormire in macchina e chi, pur di esserci, non chiuderà occhio. Per tante ex penne nere, il primo raduno del battaglione alpino Tolmezzo che celebrerà i 110 anni dalla fondazione è un evento imperdibile, tanto che gli organizzatori contano di portarci migliaia di persone e agli uffici Iat di Venzone e Gemona sono già arrivate tantissime richieste.

Le sezioni Ana di Gemona e Venzone, l’8° Reggimento alpini e il Comune di Venzone, hanno già ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter





C’è chi ha già prenotato una stanza, chi si prepara a dormire in macchina e chi, pur di esserci, non chiuderà occhio. Per tante ex penne nere, il primo raduno del battaglione alpino Tolmezzo che celebrerà i 110 anni dalla fondazione è un evento imperdibile, tanto che gli organizzatori contano di portarci migliaia di persone e agli uffici Iat di Venzone e Gemona sono già arrivate tantissime richieste.

Le sezioni Ana di Gemona e Venzone, l’8° Reggimento alpini e il Comune di Venzone, hanno già messo i ferri in acqua dallo scorso anno in vista di una “due giorni”, quella fra il 22 e il 23 settembre, che si preannuncia storica. «Da qualche tempo, i gruppi di ex alpini che venivano a Venzone da tutta Italia per tornare nella terra in cui avevano prestato servizio militare ci sollecitavano a organizzare un raduno – spiega il presidente della sezione Ana di Gemona Ivo Del Negro – per dare risposta alle loro istanze abbiamo deciso di organizzarlo.

Il battaglione Tolmezzo, operativo all’interno della caserma Feruglio alle dipendenze dell’8° Reggimento alpini, nacque nel 1908. Originariamente inquadrato nel 7º Reggimento alpini, nel 1909 partecipò alla guerra di Libia sotto il comando del colonnello Antonio Cantore, poi inquadrato nell’8º Reggimento alpini della Divisione Julia. Fu schierato nelle due guerre mondiali e, più recentemente, nelle missioni di pace dal Mozambico alla Bosnia, dal Kosovo all’Afghanistan. Nella storia del Tolmezzo rimane indelebile il ricordo del terremoto del 1976.

Per raccontarne la storia è stato realizzato un libro, opera di Adriano Gransinigh e Luigi Teot che verrà presentato alla caserma Feruglio il 22 settembre alle 20.30.

Numerose le iniziative in programma con cerimonie, sfilate, esibizioni bandistiche e la deposizione delle corone dinanzi al monumento ai caduti delle località già sede dei reparti del battaglione Tolmezzo; Artegna, Gemona, Moggio, Paluzza, Forni Avoltri, Tarcento e Tolmezzo.

Quindi, l’inaugurazione della mostra “Graffiti di guerra, le pietre raccontano il primo conflitto mondiale” di Marco Pascoli, fino all’inaugurazione del monumento dedicato all’8° Reggimento alpini all’interno della caserma Feruglio, dove operano circa 800 militari. «Si tratta dell’unico reggimento alpini rimasto in tutta la regione – evidenzia Del Negro – abbiamo pensato di dotarlo di un degno monumento e per questo apriremo una sottoscrizione, chiamando tutti i Comuni a contribuire». —