Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Mette a segno un furto all’outlet, viene arrestato e poi patteggia due anni

aielloFurto a segno giovedì al Palmanova Outlet Village. Aveva rubato diversi capi di abbigliamento in tre negozi, poi è scappato, ma la fuga è durata solo pochi minuti. Alla fine è stato arrestato...

aiello

Furto a segno giovedì al Palmanova Outlet Village. Aveva rubato diversi capi di abbigliamento in tre negozi, poi è scappato, ma la fuga è durata solo pochi minuti. Alla fine è stato arrestato dai carabinieri. Protagonista del fatto Elvis Neziri, classe 1985, croato.

L’uomo si era impossessato di alcuni capi di abbigliamento sportivo (dei marchi Nike, Adidas...) per un valore di 300 euro e, dopo aver danneggiato i dispositivi anti-taccheggio, era fuggito a piedi. I responsabili dei nego ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

aiello

Furto a segno giovedì al Palmanova Outlet Village. Aveva rubato diversi capi di abbigliamento in tre negozi, poi è scappato, ma la fuga è durata solo pochi minuti. Alla fine è stato arrestato dai carabinieri. Protagonista del fatto Elvis Neziri, classe 1985, croato.

L’uomo si era impossessato di alcuni capi di abbigliamento sportivo (dei marchi Nike, Adidas...) per un valore di 300 euro e, dopo aver danneggiato i dispositivi anti-taccheggio, era fuggito a piedi. I responsabili dei negozi, nel frattempo, avevano dato l’allarme. Sul posto si è precipitata una pattuglia di Torviscosa. Gli uomini dell’Arma si sono messi all’inseguimento del trentatreenne e, poco dopo, l’hanno acciuffato. Ne è seguita una breve colluttazione. Alla fine Neziri è stato immobilizzato e tratto in arresto. All’interno dell’automobile è stata trovata altra refurtiva, merce risultata rubata nella zona di Trieste. Ieri in tribunale a Udine la direttissima: Neziri, assistito dall’avvocato Lanfranco Sette, ha patteggiato due anni (pena sospesa, l’imputato è risultato incensurato). Era accusato di rapina impropria.

E furto anche al bar “Da Tania”, lungo la provinciale 126, in via Mameli, ad Aiello del Friuli, nella notte tra giovedì e ieri. I soliti ignoti sono riusciti a introdursi all’interno del locale dopo aver rotto il vetro di una porta. È stato rubato il registratore di cassa. Fortunatamente, stando a quanto si è appreso, c’erano soltanto spiccioli. Magro, dunque, il bottino. Comprensibile, comunque, l’amarezza del titolare. I malviventi, dopo aver messo a segno il furto, sono riusciti ad allontanarsi indisturbati. –

E. M.