Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Raduno e 35esimo compleanno: centinaia di alpini in festa a Cussignacco

Doppio appuntamento per le penne nere arrivate anche da fuori regione. Consegnati 22 attestati di merito ai parenti di caduti della Grande guerra

Due feste in una oggi, domenica 2 settembre, per gli alpini riuniti a Cussignacco, in occasione del tradizionale raduno della sezione di Udine e del 35° compleanno del gruppo. Accorse numerose, anche da fuori regione, le penne nere hanno dato vita a una giornata ricca di emozione, tra corteo, celebrazioni e canti. Un migliaio le persone che hanno sfilato per le vie del quartiere, partendo dalla chiesa di Sant’Anna, a Paparotti, e marciando con i rispettivi vessilli e gagliardetti fino a piaz ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

Due feste in una oggi, domenica 2 settembre, per gli alpini riuniti a Cussignacco, in occasione del tradizionale raduno della sezione di Udine e del 35° compleanno del gruppo. Accorse numerose, anche da fuori regione, le penne nere hanno dato vita a una giornata ricca di emozione, tra corteo, celebrazioni e canti. Un migliaio le persone che hanno sfilato per le vie del quartiere, partendo dalla chiesa di Sant’Anna, a Paparotti, e marciando con i rispettivi vessilli e gagliardetti fino a piazza Papa Giovanni XXIII, davanti al monumento ai caduti recentemente restaurato dal Comune proprio su impulso dell’Ana.

La sfilata delle penne nere a Cussignacco


Ispirati da un comune senso di alpinità, i discorsi delle autorità presenti hanno scandito una cerimonia a tratti commossa. Particolarmente sentito, tra gli altri, il momento della consegna di 22 attestati di merito ai parenti di altrettanti caduti della prima guerra mondiale. All’intervento del padrone di casa, il capogruppo di Cussignacco, Roberto Bellot, sono seguiti quelli del consigliere regionale Franco Iacop, del colonnello Andrea Piovera, comandante del distaccamento alla sede nazionale della Brigata alpina Julia, del colonnello Romeo Tomassetti, comandante del 3° reggimento artiglieria da montagna della Julia, e del presidente Ana di Udine, Dante Soravito de Franceschi.

Ai festeggiamenti hanno partecipato, tra gli altri, i vessilli delle sezioni Udine, Carnica, Gorizia, Pordenone, Treviso e Bolognese Romagnola, quest’ultima candidata a ospitare l’adunata 2020 (la prossima si terrà a Milano), oltre al gonfalone del Comune di Udine decorato alla medaglia d’oro al valor militare e a 77 gagliardetti. Nello schieramento, anche alcuni figuranti del gruppo storico alpino “Fiamme verdi”, quattro crocerossine in divisa e alcuni muli dal reparto salmerie della sezione di Vittorio Veneto.

Tra gli ospiti, pure il console onorario d’Austria, Sabrina Strolego, che ha presenziato alla deposizione di una corona al cippo dei caduti austroungarici nel cimitero di Cussignacco.

Gran finale al bocciodromo, dov’è stata allestita l’area festeggiamenti e dove la giornata è proseguita in allegria, accompagnata dalla musica de “I slpumats”. Proprio lì, sabato, il gruppo di Cussignacco aveva offerto la possibilità di effettuare l’annullo postale della cartolina creata per l’evento, riproducendo uno dei cinquanta elaborati grafici realizzati nei mesi scorsi dai bambini dell’elementare Zorutti.