Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Rubati tavoli e sedie per oltre 70 mila euro in un magazzino a Premariacco

Il furto è stato scoperto dal titolare. Sul posto i carabinieri: forse dalle telecamere indizi utili per risalire ai responsabili

PREMARIACCO. Una trentina di bancali di tavoli e un alto numero di sedie in ferro, fra le 300 e le 400 unità, sono spariti da uno stabilimento della ditta Ilcap di Santa Maria la Longa, che a Premariacco ha un distaccamento-magazzino.

Del furto del materiale, che era ormai perfettamente rifinito e pronto per l’immissione sul mercato (il valore della refurtiva è stato stimato in oltre 70 mila euro), si è accorto il titolare dell’azienda, Alessandro Paoluzzi, che al rientro dalle ferie ha trova ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

PREMARIACCO. Una trentina di bancali di tavoli e un alto numero di sedie in ferro, fra le 300 e le 400 unità, sono spariti da uno stabilimento della ditta Ilcap di Santa Maria la Longa, che a Premariacco ha un distaccamento-magazzino.

Del furto del materiale, che era ormai perfettamente rifinito e pronto per l’immissione sul mercato (il valore della refurtiva è stato stimato in oltre 70 mila euro), si è accorto il titolare dell’azienda, Alessandro Paoluzzi, che al rientro dalle ferie ha trovato il capannone svuotato.

I ladri vi si erano introdotti forzando una porta antincendio, che si presentava vistosamente danneggiata: all’interno un gran caos, all’esterno, ben visibili sul terreno, marcate tracce di pneumatici lasciate dai mezzi che i malviventi hanno utilizzato per trafugare il materiale.

In corso di manovra sono stati anche colpiti e rovinati alcuni corpi illuminanti posti al suolo. Ingente, come detto, l’entità dell’ammanco, che tuttavia deve ancora essere quantificata con precisione.

Dell’accaduto sono stati informati i carabinieri della stazione di Premariacco, facente capo alla Compagnia di Cividale.

Gli uomini dell’Arma hanno subito eseguito un sopralluogo nel magazzino, ma non hanno ancora raccolto la formale denuncia dell’accaduto, attesa per la giornata di oggi.

Non è possibile, allo stato attuale, individuare il momento del raid: informazioni preziose potrebbero arrivare dalle telecamere di sorveglianza in funzione in alcune attività imprenditoriali adiacenti; le registrazioni sono state richieste nella speranza di poter ricostruire almeno parte del blitz e di risalire alle targhe del camion o dei furgoni utilizzati per il trasporto della merce.

L’entità della refurtiva fa supporre che la banda in azione sia arrivata sul posto con più mezzi; lo stesso sembrerebbero indicare le citate, abbondanti tracce di pneumatici.