Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Asilo ancora inagibile: 50 bimbi alla primaria

Rinviato di un altro anno il rientro nella sede di via Zorutti. I genitori: bene la sicurezza, ma non siamo stati informati

MANZANO. I 50 bambini iscritti alla scuola materna di via Zorutti dovranno attendere ancora un anno prima di rientrare nelle loro aule. La sistemazione provvisoria resterà quella della scuola primaria di via della Libertà.

La presenza, infatti, nel corso dei lavori, di amianto nella pavimentazione ha rallentato il cantiere e ha spinto l’amministrazione Iacumin ad affidare l’intervento a una ditta specializzata nel settore. I genitori, però, protestano.

«Eravamo rimasti a un anno fa – dicono al ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter

MANZANO. I 50 bambini iscritti alla scuola materna di via Zorutti dovranno attendere ancora un anno prima di rientrare nelle loro aule. La sistemazione provvisoria resterà quella della scuola primaria di via della Libertà.

La presenza, infatti, nel corso dei lavori, di amianto nella pavimentazione ha rallentato il cantiere e ha spinto l’amministrazione Iacumin ad affidare l’intervento a una ditta specializzata nel settore. I genitori, però, protestano.

«Eravamo rimasti a un anno fa – dicono alcuni rappresentanti – quando in seguito a un incontro con sindaco, assessore e capufficio tecnico ci avevano promesso che i nostri figli sarebbero tornati per tempo in via Zorutti. A oggi non abbiamo ricevuto alcuna lettera o comunicazione. Noi non siamo contrari alla sistemazione dell’edificio perché vogliamo che i bimbi vivano in un ambiente sicuro, ma ci attendevamo di essere informati».

L’assessore ai lavori pubblici, Angelica Citossi, si dice dispiaciuta per l’inconveniente. «Mi sono personalmente incontrata in agosto con la direzione didattica per informarla che i lavori all’interno della Zorutti avevano subito rallentamenti e il dirigente mi ha risposto che non c’erano problemi perché le famiglie erano soddisfatte dell’ubicazione nel plesso di via Libertà».

«Non solo. Il dirigente – aggiunge l’assessore – ci ha invitato a evitare traslochi nel corso dell’anno scolastico. Ritenevamo quindi che la direzione didattica avesse poi provveduto a informare le famiglie. In ogni caso si conferma l’idoneità della attuale sistemazione».

Cosa può quindi essere successo? Forse un errato scambio di informazioni in quanto l’istituto comprensivo di Manzano dal primo settembre ha un nuovo dirigente scolastico. L’amministrazione comunale beneficiando di un contributo della Regione, lo ricordiamo, ha avviato un anno fa i lavori di manutenzione straordinaria del fabbricato, risalente agli anni 70. Successivamente sulla base della analisi di vulnerabilità sismica ha ritenuto di implementare il finanziamento originario di 107 mila euro portandolo a complessivi 359 mila euro.

«Approfittando di questo nuovo cantiere – conclude Citossi – è intenzione dell’amministrazione di provvedere all’esecuzione di ulteriori lavori di completamento e finiture».