Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione, nostri e di terze parti, per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più o prestare il consenso solo ad alcuni utilizzi clicca qui
Esci

Anziana in bicicletta cade in piazzale Saba Automobilista non si ferma a soccorrerla

Trauma cranico per un’ottantaquattrenne rovinata a terra al passaggio di una Grande Punto. Indagini della polizia locale



Un’altra ciclista investita e un’altra volta l’investimento è avvenuto all’interno di una rotonda. A poco più di 24 ore dall’incidente registrato mercoledì a San Rocco nella rotatoria tra le vie Vittorio Veneto, Venerio e Garzarolli, un’altra donna è finita a terra a causa di una macchina. L’incidente è avvenuto ieri mattina attorno alle 10.15 in piazzale Saba e la dinamica non è ancora del tutto chiara anche perché il responsabile non si è fermato a soccorrere la vittima. Sul caso stanno in ...

Paywall per contenuti con meter e NON loggati

Paywall per contenuti con meter e loggati

Paywall per contenuti senza meter



Un’altra ciclista investita e un’altra volta l’investimento è avvenuto all’interno di una rotonda. A poco più di 24 ore dall’incidente registrato mercoledì a San Rocco nella rotatoria tra le vie Vittorio Veneto, Venerio e Garzarolli, un’altra donna è finita a terra a causa di una macchina. L’incidente è avvenuto ieri mattina attorno alle 10.15 in piazzale Saba e la dinamica non è ancora del tutto chiara anche perché il responsabile non si è fermato a soccorrere la vittima. Sul caso stanno indagando gli agenti della polizia locale di Gorizia.

Secondo le prime ricostruzioni, a provocare l’incidente sarebbe stata una Grande Punto. L’automobile proveniva da via Di Manzano ed era diretta verso via Aquileia. In quel momento all’interno della rotatoria si trovava l’ottantaquattrenne goriziana A.N.. Al passaggio del veicolo, la donna è caduta dalla bicicletta e ha battuto la testa.

Vista la scena, i passanti hanno allertato i soccorsi e sul posto oltre a due pattuglie della Polizia locale è arrivata un’ambulanza del Sores. I sanitari hanno stabilizzato l’anziana ciclista e l’hanno poi accompagnata al pronto soccorso. Le sue condizioni non sarebbero gravi: al San Giovanni di Dio le è stato diagnosticato un trauma cranico, ma - considerata l’età - A.N. è stata trattenuta in osservazione.

Grazie alle testimonianze dei presenti e alle immagini del sistema di videosorveglianza è stato possibile risalire al veicolo in transito al momento della caduta. La Grande Punto è intestata a un ottantenne residente nella provincia di Udine. Non è escluso che i due mezzi non si siano toccati e che la caduta sia stata provocata da uno spavento (e questo spiegherebbe il motivo per cui il conducente ha proseguito la sua marcia senza prestare soccorso).

Sulle responsabilità, dal comando di Corte Sant’Ilario non si sbilanciano. Il comandante Marco Muzzatti si limita a dire che è in corso un’indagine e che si stanno incrociando le versioni dei testimoni con le immagini delle telecamere. Per ora l’unica cosa certa è che, cadendo, l’ottantaquattrenne ha battuto la testa.

Rispetto alla condotta generale degli automobilisti, in mattinata, quando ancora la situazione non era stata delineata, il vicesindaco e assessore comunale alla Sicurezza Stefano Ceretta aveva osservato: «La distrazione alla guida della gente è terrificante: oggi, invece che a guidare, si pensa ad altro. Se ci si concentrasse di più sulla strada, questi episodi non accadrebbero o, per lo meno, ce ne sarebbero di meno. C’è troppa leggerezza al volante. Quando si guida, si deve guidare e basta. Dobbiamo ricordarci che sulla strada non siamo soli. Da parte degli automobilisti vedo sempre più rabbia nei confronti dei ciclisti. C’è chi fa il forte con loro, ma poi voglio vedere se gli capita di investirne uno come reagisce». —